Fiat Chrysler: domani sapremo le novità su Alfa Romeo, Jeep e Maserati

Fiat Chrysler: domani dovremmo finalmente conoscere tempi e luoghi di arrivo dei nuovi modelli di Alfa Romeo, Jeep e Maserati

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler

Domani avverrà l’atteso incontro tra le principali sigle sindacali e massimi responsabili di Fiat Chrysler Automobiles. L’incontro si terrà a Torino e vi prenderanno parte anche l’amministratore delegato di FCA Mike Manley e il numero uno EMEA, Pietro Gorlier. Molto probabilmente domani saranno svelati i tempi e i modi in cui nei prossimi anni verranno lanciati i nuovi modelli di Alfa Romeo, Jeep e Maserati. Scopriremo dove questi modelli saranno prodotti e soprattutto in che anno. Nelle ultime ore le indiscrezioni in proposito si sono moltiplicate.

Fiat Chrysler: domani dovremmo finalmente conoscere tempi e luoghi di arrivo dei nuovi modelli di Alfa Romeo, Jeep e Maserati

Per quanto riguarda Alfa Romeo, si è parlato del probabile lancio di un grande Suv che nascerà su base del Maserati Levante a Mirafiori. A Cassino dal 2020 sono attesi due nuovi modelli uno dei quali dovrebbe essere la futura GTV. Jeep sarà la grande protagonista nella produzione degli stabilimenti Fiat Chrysler in Italia dei prossimi anni. La casa americana infatti dovrebbe lanciare un nuovo modello, un suv compatto che forse verrà prodotto a Pomigliano. La nuova Jeep C0mpass invece potrebbe trovare spazio a Melfi accanto a Jeep Renegade e Fiat 500X. Maserati dovrebbe finalmente lanciare la sportiva Alfieri che forse sarà prodotta a Modena e un Suv compatto. Anche il marchio Fiat dovrebbe trovare spazio nel nuovo piano con la produzione di una Fiat 500 elettrica e Giardiniera nello stabilimento Fiat Chrysler di Mirafiori.

Leggi anche: Fiat Chrysler Automobiles: Luigi Di Maio invita la società ad assumersi le proprie responsabilità

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler: domani dovremmo finalmente conoscere tempi e luoghi di arrivo dei nuovi modelli di Alfa Romeo, Jeep e Maserati

Leggi anche: Fiat Fastback: nonostante il successo ottenuto non è ancora arrivato l’ok alla sua produzione

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler