Fiat Chrysler cresce a giugno in USA: +8%

Fiat Chrysler Automobiles: vendite in crescita negli Stati Uniti, +8 per cento a giugno 2018 per i brand del gruppo italo americano.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler

Ottimo risultato per il gruppo Fiat Chrysler Automobiles in USA. La società del numero uno Sergio Marchionne ha visto aumentare le sue immatricolazioni nel mese di giugno 2018 dell’8 per cento rispetto allo stesso mese dello scorso anno. In totale sono stati esattamente 202.264 i veicoli venduti da FCA negli Stati Uniti il mese scorso. Le vendite sono state guidate dai marchi Jeep e Ram Truck. Le vendite di Jeep sono aumentate del 19 per cento, mentre quelle di Ram Truck sono aumentate del 6 per cento. In entrambi i casi per i due brand in USA si tratta delle migliori vendite di giugno di sempre.

Fiat Chrysler: vendite in crescita negli USA, +8 per cento a giugno 2018 per i brand del gruppo italo americano

Andando a guardare i singoli risultati dei brand che fanno parte di Fiat Chrysler, Jeep in totale il mese scorso in USA ha immatricolato 86.989 unita’. Ram invece è riuscita a raggiungere quota 51.729 unità con un incremento del 6 per cento.

Cresce anche Dodge che con 46.387 unità fa segnare un +9 per cento rispetto al mese di giugno 2017. Fiat e Chrysler invece continuano a perdere quota. Il brand di Torino ha perso il 36 per cento con 1.426 veicoli immatricolati mentre Chrysler invece ha ceduto il 32 per cento, scendendo a 13.484 unità.

Bene invece vanno le cose per Alfa Romeo che incrementa le sue vendite del 121 per cento grazie a 2.249 immatricolazioni. Alfa Romeo nei primi 6 mesi dell’anno ha venduto esattamente 12.265 unità. Ottimo risultato in particolare per il Suv Stelvio che ancora una volta si conferma come il veicolo del Biscione più venduto negli USA.

Leggi anche: Fiat Chrysler: a giugno 2018 in Italia le vendite fanno registrare -19,2%

Fiat Chrysler Automobiles

Fiat Chrysler Automobiles: vendite in crescita negli Stati Uniti, +8 per cento a giugno 2018 per i brand del gruppo italo americano

Leggi anche: Fiat Chrysler: per la Fiom le condizioni di lavoro degli operai sono peggiorate

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler