Fiat Chrysler: ecco cosa potrebbe svelare Sergio Marchionne con il nuovo piano industriale

Fiat Chrysler: cresce l'attesa di conoscere quello che sarà il nuovo piano industriale quinquennale che Sergio Marchionne annuncerà agli inizi del 2018.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Sergio Marchionne CEO di Fiat Chrysler

Nel 2018 il numero uno di Fiat Chrysler Automobiles, l’amministratore delegato Sergio Marchionne, così come annunciato da egli stesso negli scorsi mesi, svelerà il nuovo piano industriale quinquennale del gruppo italo americano. C’è grande attesa di sapere quali saranno le novità principali che nei prossimi anni caratterizzeranno i brand che fanno parte della società nell’ultimo anno che vedrà Sergio Marchionne alla sua guida. Secondo alcuni dunque questo piano rappresenta una sorta di eredità che l’attuale numero uno di FCA lascerà al suo successore che dovrebbe essere annunciato entro la fine del prossimo anno.

Fiat Chrysler: cresce l’attesa di conoscere quello che conterrà il nuovo piano industriale quinquennale che Sergio Marchionne annuncerà agli inizi del 2018

Nonostante non si sappia ancora nulla di quello che sarà contenuto in questo nuovo piano industriale, già si possono intuire quelle che saranno le linee che Fiat Chrysler seguirà nei prossimi anni. Secondo i soliti bene informati, con il nuovo piano Sergio Marchionne candiderà il suo gruppo a diventare uno dei maggiori produttori di suv al mondo. Questo avverrà non solo grazie a Jeep ma anche ad Alfa Romeo e Maserati. Del resto il mercato va verso questa strada e se si vuole sopravvivere bisogna guardare a quelle che sono le richieste dei clienti.

Questo anche perchè con l’arrivo delle auto a guida autonoma, le città nei prossimi anni potrebbero essere invase da flotte di taxi autonomi e dunque l’auto diventerà un mezzo solo per spostamenti a lungo raggio, quindi i Suv dovrebbero riuscire a sopravvivere ai grandi cambiamenti del settore. Ovviamente a trainare FCA in questo settore sarà Jeep che nel 2018 supererà per la prima volta i 2 milioni di unità l’anno. Gli stabilimenti FCA italiani sono destinati a diventare nei prossimi anni luogo di produzione esclusiva di soli veicoli premium. Anche questa novità potrebbe essere confermata nel nuovo piano di Sergio Marchionne.

Mentre Fiat Panda vedrà spostata la sua produzione in Polonia, a Pomigliano dovrebbe fare ritorno Alfa Romeo

Mentre Fiat Panda vedrà spostata la sua produzione in Polonia, a Pomigliano dovrebbe fare ritorno Alfa Romeo. Nel piano industriale che sarà annunciato nel 2018 verrà finalmente chiarito il futuro di Alfa Romeo e Maserati e finalmente conosceremo le date esatte dell’arrivo dei nuovi modelli. Infine saranno chiariti se e quando avverranno eventuali spin off di cui si è parlato negli scorsi mesi in primis quello di Magneti Marelli e Comau. Insomma tanta carne al fuoco per Fiat Chrysler Automobiles che tra pochi mesi svelerà quello che sarà il suo futuro anche in vista di una eventuale fusione di cui si parla da tanto tempo ma che sicuramente non avverrà molto presto.

 

Leggi anche: Fiat Chrysler Automobiles Melfi: La regione Basilicata preoccupata per il futuro dello stabilimento lucano chiede anche l’intervento del Ministro Calenda

 

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler Automobiles: cresce l’attesa di conoscere quello che sarà il nuovo piano industriale quinquennale che  il CEO Sergio Marchionne annuncerà agli inizi del  prossimo anno

 

Leggi anche: Sergio Marchionne: ecco le ultime parole del numero uno di Fiat Chrysler Automobiles su Hyundai e Magneti Marelli

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler