Fiat Chrysler contro l’Ecotassa, il piano Italia salta?

Pietro Gorlier numero uno di Fiat Chrysler in EMEA preoccupato dall'Ecotassa, piano Italia a rischio

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler Automobiles

Dura presa di posizione da parte del numero uno dell’area EMEA per il gruppo Fiat Chrysler Automobiles, Pietro Gorlier, a proposito dell’Ecotassa che il governo italiano potrebbe varare nel caso in cui venga accolto l’emendamento proposto dai due sottosegretari del Governo, Crippa e Dell’Orco. Gorlier ha minacciato che nel caso in cui il provvedimento fosse approvato il cosiddetto “piano Italia” annunciato lo scorso 29 novembre dal numero uno di FCA l’amministratore delegato Mike Manley, potrebbe saltare. I vertici della società del Presidente John Elkann hanno mostrato le proprie preoccupazioni in una lettera inviata a Nino Boeti, Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte.

FCA: salta il piano Italia?

Il piano Italia dunque potrebbe saltare a causa dell’impatto sul mercato che le nuove normative potrebbero avere. Si tratta dunque di una situazione di incertezza per quello che riguarda la situazione italiana nei prossimi anni che crea molti dubbi in Fiat Chrysler sulla possibilità di dare attuazione al piano industriale annunciato per il prossimo triennio che prevede la produzione di numerosi nuovi modelli negli stabilimenti italiani del gruppo FCA. Anche il Presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, manifesta la propria solidarietà al gruppo FCA che si trova a dover affrontare una situazione di grande incertezza che potrebbe mettere a repentaglio i progetti per il futuro.

Il gruppo italo americano aveva promesso investimenti per 5 miliardi

Ricordiamo infatti che Fiat Chrysler Automobiles aveva previsto investimenti per oltre 5 miliardi di euro in Italia nei prossimi 3 anni. Tra le auto previste dal nuovo piano Italia, segnaliamo la presenza della nuova Fiat 500 elettrica a Mirafiori, di un Suv compatto di Alfa Romeo a Pomigliano e di un altro crossover Maserati a Cassino. Sempre nei prossimi anni in Italia FCA aveva intenzione di iniziare la produzione di numerosi modelli ibridi tra cui Stelvio, Giulia, Jeep Compass e Renegade. 

Leggi anche: FCA Mirafiori: nel 2019 cassa integrazione di massa in attesa della 500 elettrica

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler