Fiat Chrysler: cambia il Piano Italia?

Il piano Italia potrebbe cambiare, lo ha detto il numero uno del gruppo italo americano, Mike Manley

di , pubblicato il
Mike Manley CEO Fiat Chrysler

A fine novembre il numero uno di Fiat Chrysler Automobiles, l’amministratore delegato Mike Manley, aveva annunciato il cosiddetto “Piano Italia”. Questo prevedeva nei prossimi 3 anni investimenti per oltre 5 miliardi di euro negli stabilimenti italiani del gruppo con il lancio di numerosi nuovi modelli. Tra questi un suv compatto di Alfa Romeo a Pomigliano, un crossover di segmento D di Maserati a Cassino, la Fiat 500 elettrica a Mirafiori e la nuova Jeep Compass a Melfi. Adesso però le cose per Fiat Chrysler Automobiles potrebbero essere cambiate.

A causa dell’Ecobonus introdotto da governo con l’ultima manovra infatti se da un lato diminuiscono i prezzi per le auto elettriche dall’altro aumentano quelli dei veicoli a combustione di grossa cilindrata per l’Ecotassa.

A causa dell’Ecobonus il piano Italia di FCA potrebbe subire modifiche

A seguito di ciò, ieri a Detroit Mike Manley ha confermato che il piano Italia è al momento in fase di revisione. Le cose per Fiat Chrysler in Italia dunque potrebbero cambiare. Manley però non ha voluto fornire ulteriori informazioni su quelli che saranno i cambiamenti, limitandosi a dire che la revisione non si è ancora conclusa e che dunque per il momento non può aggiungere altro. Probabile a questo punto che gli investimenti saranno ridotti e che ci sarà maggiore sviluppo per le auto ibride ed elettriche a dispetto dei veicoli a combustione. Molto probabilmnte i cambiamenti verranno annunciati già nel corso delle prossime settimane.

Leggi anche: FCA: importante debutto al Salone di Detroit per il gruppo italo americano

Fiat Chrysler: il piano Italia potrebbe cambiare, lo ha detto il numero uno del gruppo italo americano, Mike Manley

Leggi anche: Fiat Punto addio: nei giorni scorsi prodotto l’ultimo esemplare, i lavoratori di FCA immortalano l’evento

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: