Fiat Chrysler: bufera sull’ex dirigente che viveva nel lusso con i fondi per la formazione

Fiat Chrysler Automobiles: l'ex dirigente Iacobelli viveva nel lusso distraendo fondi destinati alla formazione grazie alla copertura di un sindacalista

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler

Uno scandalo ha colpito negli Stati Uniti Fiat Chrysler Automobiles. L’ex dirigente Alphons Iacobelli, ex responsabile dei rapporti con i dipendenti per il gruppo italo americano guidato dal numero uno Sergio Marchionne, avrebbe distratto per anni fondi dal centro di formazione della società grazie anche alla copertura offerta dal sindacalista General Holyfield, per anni capo negoziatore di uno dei più importanti sindacati che rappresentano i lavoratori di Fiat Chrysler.

 

Fiat Chrysler: l’ex dirigente viveva nel lusso distraendo fonti per la formazione

 

Alphons Iacobelli, 57 anni, pur potendo vantare un ottimo stipendio in Fiat Chrysler, avrebbe frodato milioni di dollari dai fondi per la formazione del National Training Center di Detroit. Con i soldi l’ex responsabile avrebbe tra le altre cose acquistato  una Ferrari 458 Spider da 350 mila dollari, due penne Montblanc d’oro per un totale di oltre 70 mila dollari, una piscina da quasi 100 mila dollari etc.  

 

L’uomo aveva messo in piedi un vero e proprio sistema che grazie alla compiacenza del sindacalista General Holyfield, nel frattempo deceduto e di sua moglie Monica Morgan, era riuscito per molti anni a sottrarre somme ingenti. Fiat Chrysler e il sindacato Union Automobile Workers si sono dette scosse da quanto accaduto e hanno anche confermato che offriranno la massima collaborazione agli inquirenti per fare piena luce su come sono andate le cose.

 

Fiat Chrysler in un comunicato si è dichiarata vittima di un illecito e non appena informata dell’accaduto ha deciso di interrompere tutti i rapporti con i dipendenti coinvolti. Oltre a Iacobelli infatti anche Jerome Durden, contabile di Fiat Chrysler sarebbe coinvolto nello scandalo.

 

Leggi anche: Formula 1, GP Ungheria: nelle seconde prove libere primo Ricciardo, secondo Vettel e e terzo Bottas

 

Fiat Chrysler Automobiles

Fiat Chrysler Automobiles: l’ex dirigente Iacobelli viveva nel lusso distraendo fondi destinati alla formazione grazie alla copertura di un sindacalista

 

Leggi anche: Sergio Marchionne conferma la prima Maserati elettrica per il 2019

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler