Fiat Chrysler Automobiles cresce bene in Germania a febbraio 2017

Ottimo Exploit nelle immatricolazioni di febbraio 2017 in Germania per il gruppo italo americano Fiat Chrysler Automobiles che cresce del 18,1 per cento

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler Automobiles

A febbraio 2017 in un mercato auto tedesco in calo del 2,6 per cento rispetto allo stesso mese dello scorso anno, il gruppo italo americano Fiat Chrysler Automobiles ottiene un ottimo risultato con una crescita delle immatricolazioni pari a +18,1 per cento rispetto al mese di febbraio del 2016. Questo risultato manifesta in maniera piuttosto evidente l’ottimo stato di salute di cui gode il gruppo guidato dal numero uno, l’amministratore delegato Sergio Marchionne. 

 

In totale dai brand di Fiat Chrysler Automobiles sono state in totale 5.512  le vetture vendute in Germania nel mese di febbraio 2017. Questo numero consente alla società del Presidente John Elkann di conquistare una quota del mercato tedesco pari a 2,3 per cento del totale. Se invece consideriamo i primi due mesi del 2017 la crescita di FCA è addirittura maggiore e si attesta a +21,4 per cento rispetto al primo bimestre del 2016.

 

In Germania vanno bene quasi tutti i brand di Fiat Chrysler Automobiles. In particolare però spicca il risultato di Alfa Romeo che vede crescere le sue immatricolazioni dell’83 per cento grazie in particolare all’ottimo exploit della berlina di segmento ‘D’ Alfa Romeo Giulia. La vettura che rappresenta l’antipasto del rilancio delle ambizioni del Biscione nel segmento premium del mercato auto, da quando è arrivata ha favorito la ripresa del brand milanese di FCA.

 

Leggi anche: Jeep, Fiat e Alfa Romeo: le novità che vedremo al Salone auto di Ginevra 2017

 

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler: il gruppo italo americano cresce bene in Germania a Febbraio 2017

 

Leggi anche: Fiat Chrysler: -10% negli USA a Febbraio, Alfa Romeo +843% e Maserati +49%

 

Fiat Chrysler Automobiles dunque si candida a vivere un 2017 da autentica protagonista, se le cose continueranno così come è iniziato questo anno, è probabile che alla fine del 2017 l’obiettivo di Sergio Marchionne di avvicinarsi ai traguardi fissati per la fine del 2018 sarà raggiunto facilmente. A quel punto l’attuale numero uno della società potrà farsi da parte e lasciare il posto ad uno dei numerosi manager presenti all’interno dell’azienda italo americana.

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler

Leave a Reply