Fiat Chrysler Automobiles: ancora pessime notizie da Mirafiori

Arrivano brutte notizie dall'Italia per quanto riguarda il gruppo italo americano Fiat Chrysler Automobiles, ancora cassa integrazione a Mirafiori

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler

Arrivano brutte notizie dall’Italia per quanto riguarda il gruppo italo americano Fiat Chrysler Automobiles. Nelle scorse ore infatti è stata annunciata, la cassa integrazione ordinaria per i 214 lavoratori alla Costruzione Stampi di Mirafiori. Si tratta del quarto mese consecutivo che si verifica questa spiacevole  evenienza.

 

La conferma di questa notizia arriva direttamente dal mondo sindacale. E’ stata infatti la Fiom di Torino a dare per prima la brutta notizia. La cassa integrazione riguarda tutti i lavoratori dal 10 al 30 aprile. Tra l’altro è dal 9 gennaio che questa situazione si verifica e si tratta di un fenomeno che non si verificava per così tanto tempo dal 2014. La cosa per i sindacati è al quanto preoccupante.

 

 Federico Bellono, segretario della Fiom di Torino e Bruno Ieraci, responsabile del sindacato alla Costruzione e Stampi mostrano tutta la loro delusione e la forte preoccupazione per la situazione che Fiat Chrysler vive a Torino e che mette in evidenza come nonostante i buoni risultati che arrivano dalle vendite per il gruppo italo americano guidato da Sergio Marchionne a Torino la situazione continua a rimanere assai drammatica dal punto di vista dell’occupazione.

 

Le recenti parole rilasciate dall’amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles rendono ancora più preoccupante la situazione dei lavoratori italiani di Fiat Chrysler Automobiles. Marchionne infatti ha promesso investimenti solo dopo il 2019 per lo stabilimento di Torino.

 

Leggi anche: Sergio Marchionne, il suo distacco da Fiat Chrysler e Ferrari sarà graduale

 

Fiat Chrysler Automobiles

Fiat Chrysler Automobiles

 

Leggi anche: Fiat Chrysler: il CEO di Volkswagen non esclude più la fusione

 

Vedremo a questo punto come la situazione di Fiat Chrysler Automobiles a Torino si evolverà nei prossimi mesi e se la cassa integrazione continuerà anche in futuro. Ricordiamo che negli scorsi mesi si era vociferato della possibilità che nel primo semestre del 2018 a Mirafiori sarebbe iniziata la produzione di un grande suv di Alfa Romeo. Potrebbe essere questa la svolta per i lavoratori dell’importante sito produttivo di FCA.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo, FIAT Chrysler