Fiat Chrysler: arrivano brutte notizie da Termoli

Ancora stop alla produzione tra la fine di febbraio e gli inizi di marzo nello stabilimento di Termoli

di , pubblicato il
FCA

Lo stabilimento Fiat Chrysler di Termoli non è esente dalla crisi che sta colpendo un po’ tutti gli impianti italiani del gruppo Fiat Chrysler Automobiles. Nelle scorse ore infatti è stata diffusa la notizia che anche a febbraio la fabbrica di FCA sarà interessata da uno stop alla produzione per alcuni giorni. Le linee di produzione del cambio C520 si fermeranno dal 19 febbraio al 2 marzo mentre la linea del motore v16 si fermerà dal 25 febbraio al 2 marzo. Anche questo sito produttivo risente del calo della domanda che sta colpendo alcuni modelli del gruppo FCA negli ultimi tempi. Si tratta di un problema che secondo gli esperti è destinato a continuare anche nei prossimi mesi.

Fiat Chrysler Termoli: ancora stop alla produzione tra la fine di febbraio e gli inizi di marzo

Questo in particolare a causa dell’assenza di notizie relative a nuovi modelli. Nel 2019 infatti non sono previste particolari novità in Italia per il gruppo Fiat Chrysler. Bisognerà aspettare almeno il 2020 prima di vedere qualche importante cambiamenti negli stabilimenti della società del numero uno Mike Manley. Questo sempre che nel frattempo il Piano Italia annunciato negli scorsi mesi non venga radicalmente modificato in seguito all’introduzione dell’ecotassa. Ovviamente non manca la preoccupazione dei sindacati sebbene la situazione di Termoli sia meno drammatica rispetto a quella degli stabilimenti di Pratola Serra e Cento che a causa della crisi del diesel potrebbero fare i conti in futuro anche con una chiusura.

Leggi anche: FCA: importante debutto al Salone di Detroit per il gruppo italo americano

Fiat Chrysler Termoli

Fiat Chrysler Termoli ancora stop alla produzione tra la fine di febbraio e gli inizi di marzo a causa del calo della domanda di alcuni modelli del gruppo FCA

Leggi anche: Fiat Punto addio: nei giorni scorsi prodotto l’ultimo esemplare, i lavoratori di FCA immortalano l’evento

Argomenti: