Fiat Chrysler annuncia la chiusura di uno stabilimento in USA

Fiat Chrysler ha annunciato per mezzo dei suoi rappresentanti in USA la chiusura di uno storico stabilimento i cui dipendenti saranno ricollocati altrove.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler Usa

Fiat Chrysler Automobiles ha annunciato, nelle scorse ore, l’intenzione di chiudere definitivamente lo stabilimento di Conner negli Stati Uniti a partire dal prossimo 31 agosto. Sono stati i responsabili del gruppo italo americano, guidato dal numero uno, Sergio Marchionne, a dare la notizia. L’impianto situato al 20000 Conner St a Detroit East Side è stato costruito nel 1966 ed è stato acquistato da Chrysler nel 1995.

Fiat Chrysler annuncia la chiusura di uno storico stabilimento

In questo stabilimento di Fiat Chrysler venivano prodotte Dodge Viper SRT e GTS insieme ai motori V-10. Questo è avvenuto a partire dal 2012. In totale sono 87 i dipendenti che sono impiegati presso questo impianto. FCA afferma che la chiusura dello stabilimento sarà permanente e inoltre è stato anche chiarito che la chiusura della fabbrica non comporterà alcun licenziamento. Infatti, a quanto pare, tutti i dipendenti interessati dal provvedimento saranno ricollocati in altri stabilimento del gruppo italo americano presenti sul territorio degli Stati Uniti. 

Anche questo fa parte del piano di rinnovamento di Fiat Chrysler negli Stati Uniti. Il gruppo italo americano, infatti, punta a migliorare ulteriormente le proprie performance nell’importante mercato americano. Si cerca dunque di ottimizzare il lavoro negli stabilimenti al fine di ottimizzare i processi produttivi. Prossimamente tutta una serie di stabilimenti verranno ristrutturati per permettere la produzione di nuovi modelli che dovrebbero rilanciare le vendite dell’azienda guidata da Sergio Marchionne già a partire dai prossimi anni.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: un guasto la mette KO nella sfida con le rivali di Mercedes e Bmw

 

Fiat Chrysler Automobiles

Fiat Chrysler Automobiles ha annunciato per mezzo dei suoi rappresentanti negli Stati Uniti la chiusura di uno storico stabilimento i cui dipendenti saranno ricollocati altrove

 

Leggi anche: Fiat Argo, partenza col botto in Brasile: a giugno 2017 top 20 per la nuova auto

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler