Fiat Chrysler: ancora solidarietà a Melfi ma arriva una conferma importante

Arriva la proroga dei contratti di solidarietà dello stabilimento Fiat Chrysler di Melfi, confermata la produzione degli ibridi

di , pubblicato il
Fiat Chrysler Melfi

Per lo stabilimento Fiat Chrysler di Melfi confermata la proroga del contratto di solidarietà dal 31 gennaio 2019 al 29 dicembre 2019 con riduzione media dell’orario di lavoro del 48 per cento. La proroga riguarderà tutti e 7 mila i dipendenti della fabbrica in cui vengono prodotte attualmente Jeep Renegade e Fiat 500X. Si tratta insomma di una notizia non molto piacevole come hanno voluto segnalare i sindacati. Tuttavia dallo stabilimento lucano arrivano anche buone notizie. E’ stato infatti confermato che procedono bene i lavori di ristrutturazione della linea di produzione in cui fino allo scorso anno veniva prodotta Fiat Punto. 

Fiat Chrysler Melfi: Arriva la proroga dei contratti di solidarietà

In quella linea di produzione lo stabilimento Fiat Chrysler di Melfi accoglierà infatti i nuovi modelli ibridi a cominciare da Jeep Renegade che sarà la prima ad essere prodotta in questa versione. La conclusione dei lavori di ristrutturazione dovrebbe avvenire nel corso del prossimo mese di maggio. I primi esemplari di Renegade ibrida dovrebbero essere prodotti nel corso del prossimo autunno. La produzione a pieno regime dovrebbe invece partire nei primi mesi del 2020. Il debutto di questo modello avverrà in anteprima al salone dell’auto di Ginevra a marzo. Con l’inizio della produzione delle varianti ibride di Renegade e Fiat 500X e il successivo arrivo di Jeep Compass, in futuro lo stabilimento di Melfi dovrebbe vedersi garantita la piena occupazione.

Leggi anche: Magneti Marelli ha grandi progetti dopo la cessione da parte di Fiat Chrysler

Fiat Chrysler Melfi

Fiat Chrysler Melfi: Arriva la proroga dei contratti di solidarietà, a maggio completati i lavori di ristrutturazione della linea ex Punto

Leggi anche: Jeep Grand Cherokee: la nuova generazione verrà costruita in un nuovo stabilimento

Argomenti: