Fiat Chrysler: anche in caso di condanna multa meno salata rispetto a Volkswagen

Fiat Chrysler Automobiles: in caso di condanna dagli Stati Uniti, secondo gli analisti la multa sarà inferiore al miliardo di dollari

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler Automobiles

Si parla tanto in questi giorni della causa che il governo degli Stati Uniti, attraverso il dipartimento di Giustizia, ha deciso di intentare nei confronti di Fiat Chrysler per la presunta violazione dei limiti di emissione con un dispositivo illegale che avrebbe trovato spazio in circa 104 mila auto. Le azioni del gruppo italo americano guidato dal numero uno Sergio Marchionne sono diminuite del 16 per cento a gennaio, quando la US Environmental Protection Agency (EPA) ha sollevato le prime accuse nei suoi confronti aggiungendo che la casa automobilistica potrebbe affrontare una multa massima di circa 4,6 miliardi di dollari.

 

Fiat Chrysler: un’eventuale condanna comporterebbe una multa meno salata di Volkswagen

 

In realtà però a proposito di un’eventuale condanna di Fiat Chrysler da parte del sistema giudiziario degli Stati Uniti, gli analisti ritengono che in ogni caso la multa che verrebbe comminata al gruppo di Sergio Marchionne sarebbe di molto inferiore a quella che invece ha colpito Volkswagen. Il gruppo tedesco tra multe e risarcimenti ha dovuto pagare oltre 25 miliardi di dollari.

 

Fiat Chrysler visto che comunque il numero di auto coinvolte è molto più basso se la caverebbe con una cifra non superiore al miliardo di euro. Si tratterebbe ovviamente sempre di una brutta gatta da pelare per i vertici del gruppo italo americano ma certamente nulla che possa mettere in pensiero il futuro della società del Presidente John Elkann. 

 

Leggi anche: Jaguar XE SV Project 8: obiettivo superare Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio

 

Fiat Chrysler Automobiles

Fiat Chrysler Automobiles: in caso di condanna dagli Stati Uniti, secondo gli analisti la multa sarà inferiore al miliardo di dollari

 

Leggi anche: Maserati o Alfa Romeo in Formula E? parola di Sergio Marchionne

 

Tra l’altro gli esperti mettono in evidenza anche il fatto che per risolvere le irregolarità di Fiat Chrysler basterebbe un semplice aggiornamento del software così come fatto presente dagli stessi dirigenti del gruppo italo americano, cosa assai diverso dalla situazione di Volkswagen. Anche questo sembra alleggerire la posizione dell’azienda di Sergio Marchionne. 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler

Leave a Reply