Fiat Chrysler: ad aprile vendite in calo del 3% in Europa

Il gruppo italo americano perde ancora terreno in Europa, ad aprile 2019 le immatricolazioni calano del 3 per cento rispetto allo scorso anno

di , pubblicato il
FCA

Fiat Chrysler ha fatto registrare un risultato negativo ad aprile in Europa nella vendita di auto. Infatti il gruppo italo americano il mese scorso ha visto diminuire le sue immatricolazioni del 3 per cento rispetto al mese di aprile dello scorso anno nel nostro continente. Mentre infatti ad aprile 2018 sono state vendute da FCA oltre 91 mila unità, quest’anno le consegne in Europa sono state circa 88 mila. Questo ha fatto si che la quota di mercato passasse dal 6.8% al 6.6%.

Se invece andiamo a guardare i risultati di vendita di Fiat Chrysler Automobiles in Europa nei primi 4 mesi del 2019, ci accorgiamo che le vendite sono state 348 mila con un calo dell’8,8 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e una quota di mercato che cala di mezzo punto e ai assesta a quota 6,3 per cento. Andando a vedere i risultati dei singoli marchi che fanno parte di FCA, segnaliamo la leggerissima crescita di Fiat che guadagna lo 0,1 per cento rispetto allo scorso anno. Nei primi 4 mesi dell’anno però il brand di Torino perde il 10,7 per cento con 243 mila unità vendute.

Per quanto riguarda invece il marchio Jeep, leggero calo di vendite. Con circa 13 mila unità la casa automobilistica americana ad aprile ha visto diminuire le proprie consegne del 5,3% per cento. Nei primi 4 mesi dell’anno invece +7.1% con quasi 61 mila unità immatricolate. Continua invece la crisi di Alfa Romeo che registra un calo del 40% sia ad aprile che nei primi 4 mesi. Lancia invece registra una crescita del 30% ad aprile e del 33% nei primi 4 mesi dell’anno.

Leggi anche: Fiat Panda è l’auto più venduta in Europa nei primi 3 mesi dell’anno nel segmento A

Fiat Chrysler perde ancora terreno in Europa, ad aprile 2019 le immatricolazioni calano del 3 per cento rispetto allo scorso anno

Leggi anche: FCA farà un grosso investimento a Windsor ma per il momento i licenziamenti sono confermati

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.