Fiat Chrysler: 400 nuovi punti vendita negli USA

Autonews afferma che Fiat Chrysler starebbe pensando ad un ampliamento della propria rete di vendita negli USA, in arrivo 400 nuovi concessionari

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat Chrysler

Nei prossimi anni Fiat Chrysler continuerà la sua espansione negli Stati Uniti. Il gruppo italo americano guidato dal numero uno Sergio Marchionne ha infatti intenzione di espandere ulteriormente il numero delle concessionarie presenti sul territorio americano. Questo allo scopo di rendere più capillare la propria presenza nel paese, potendo così conquistare nuovi clienti e dunque anche nuove fette di un mercato che ancora oggi rappresenta uno di quelli più importanti per le case automobilistiche. La notizia è stata riportata nelle scorse ore dal celebre sito Autonews.

Ricordiamo che al momento la settima potenza mondiale nel settore automotive può vantare negli USA circa 2500 punti vendita che aumenteranno di 400 unità. Questa decisione è stata presa al fine di potenziare la rete di vendita di Fiat Chrysler USA che nei prossimi mesi sarà impegnata nel lancio di vetture considerate fondamentali per lo sviluppo futuro del gruppo italo americano. Ci riferiamo ovviamente ad automobili del calibro di Alfa Romeo Giulia e Stelvio. Infatti le concessionarie che apriranno in grossa parte serviranno proprio a vendere vetture targate Alfa Romeo e Maserati.

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio: la entry level costerà 38 mila euro?

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler: aumenterà il numero dei concessionari negli USA di altre 400 unità nei prossimi anni

Leggi anche: Seat Ibiza 2017: tutto pronto per il debutto della nuova generazione

Il ritardo nell’arrivo di Alfa Romeo Giulia sul mercato americano, che è arrivata negli USA solo nelle scorse settimane,  sarebbe dovuto proprio ad una rete di distribuzione non ritenuta all’altezza e che dunque nei prossimi mesi dovrebbe subire un deciso incremento. Questa imminente espansione però non convince tutti nel mondo dei motori.

Qualcuno critica il fatto che Fiat Chrysler abbia preso questa decisione solo adesso, nel momento in cui il mercato USA dopo un lungo periodo di forte espansione sembra nuovamente essere entrato in una fase di leggera flessione. Comunque molto dipenderà da quella che sarà l’accoglienza che gli americani riserveranno alle nuove vetture del Biscione. Se queste dovessero incontrare il gradimento dei consumatori, allora l’allargamento della rete di vendita risulterebbe una mossa vincente. 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler

Leave a Reply