Fiat 500 Pogea Racing: la city car da 404 cavalli di potenza

Fiat 500 Pogea Racing è la versione più estrema che sia stata realizzata della piccola vettura della principale casa automobilistica italiana

di Andrea Senatore, pubblicato il
Fiat 500 Pogea Racing

Fiat 500 Pogea Racing è l’ultima creazione del famoso tuner tedesco che partendo da una 500 Abarth con motore 1.4 litri da 160 cavalli è arrivato a proporre una versione estrema della celebre city car italiana con motore da 404 cavalli. Si tratta di un veicolo capace di raggiungere una velocità massima di 288 chilometri orari e con un’accelerazione da 0 a 100 in appena 4,7 secondi. 

 

Questo modello speciale di Fiat 500 Pogea Racing denominato esattamente Pogea Racing Ares 500 è stato realizzato in appena 5 esemplari che saranno venduti al prezzo di 58.950 euro per festeggiare i 20 anni del celebre tuner tedesco. Per chi invece è già in possesso di una Abarth 595 è desidera trasformarla in una Pogea Racing Ares 500 ‘bastano’ appena 21 mila euro per avere il motore potenziato più qualche altro migliaio di euro per acquistare il kit apposito per la carrozzeria.

 

Le parti di carrozzeria della nuova Fiat 500 Pogea Racing in fibra di carbonio rappresentano indubbiamente una delle novità più interessanti di questo veicolo. Queste parti sono state aggiunte ai passa ruota, ai paraurti e al cofano motore. Presenti nuovi cerchi in lega e anche nuove sospensioni con ammortizzatori regolabili  targate KW Clubsport. Ma ovviamente il pezzo forte di questa particolare versione di Fiat 500 rimane il motore.

 

Leggi anche: Fiat Chrysler: in Uk mossa importante per il gruppo di Sergio Marchionne

 

Fiat 500 Pogea Racing

Fiat 500 Pogea Racing

 

Leggi anche: Abarth: il brand di Fiat Chrysler conferma la collaborazione con Yamaha

 

Per quanto riguarda invece gli interni di Fiat 500 Pogea Racing segnaliamo la presenza di sedili sportivi a guscio ricoperti in pelle, numerosi rivestimenti in pelle e Alcantara. Insomma si tratta di un modello di 500 che indubbiamente non passa inosservato che certamente rappresenta il tentativo di trasformazione più estremo che questa vettura abbia mai ricevuto, talmente estremo da far impallidire anche la potente versione Abarth che fino a questo momento aveva rappresentato il top per la piccola vettura della principale casa automobilistica italiana.

 

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler