Ferrari presenta oggi la sua nuova monoposto

Ferrari presenta oggi la sua nuova auto, con la quale il cavallino rampante cercherà di porre fine al suo digiuno di titoli

di , pubblicato il
Ferrari

Ferrari presenta oggi la sua nuova auto, con la quale il cavallino rampante cercherà di porre fine al suo digiuno di titoli che ormai dura dalla stagione 2008. La sfida di quest’anno è impedire a Lewis Hamilton di eguagliare Michael Schumacher nel numero di titoli. L’evento si tiene al Teatro Valli di Reggio Emilia, la città di origine della bandiera tricolore italiana. Il comune per l’occasione ha in programma di illuminare i suoi tre ponti e la fontana che è fuori dal teatro con i colori del paese. Prima del lancio, dalle 17:15 alle 17:45 CET, è previsto che Mattia Binotto, Sebastian Vettel e Charles Leclerc visitino i fan di Piazza Martiri il 7 luglio per firmare autografi e fotografarsi con loro.

Ferrari presenta oggi la sua nuova auto, con la quale il cavallino rampante cercherà di porre fine al suo digiuno di titoli

A circa 200 metri dal teatro, uno schermo gigante verrà posizionato in Piazza Prampolini in modo che i fan possano seguire la presentazione. Il resto dei tifosi può seguire la presentazione via streaming. Come ha detto Mattia Binotto, l’auto sarà di nuovo rossa, ma dicono dall’Italia che il tono dell’auto sarà più scuro, sarà più lontano dall’arancione dello scorso anno. Si dice anche che la Ferrari utilizzerà il design dei numeri utilizzati nel 1979 e nei primi anni ’80 nelle auto di Jody Scheckter e Gilles Villeneuve: numeri bianchi ben visibili colorati e bordati. Si prevede inoltre che l’auto abbia del filo bianco e verde in riferimento alla bandiera tricolore italiana.

Per quanto riguarda la sezione tecnica, l’interasse è mantenuto e le debolezze aerodinamiche sono state ripensate per ottenere un maggiore carico aerodinamico nelle sezioni più lente.

Pertanto, è prevista una Ferrari con appendici aerodinamiche più complesse e più gestibili nelle curve. Nel motore, è stato fatto un lavoro per estrarre più potenza dal V6 e per controllare i consumi.

Leggi anche: Formula 1: Piero Ferrari conferma il cambio di filosofia per la nuova monoposto

Argomenti: ,