Ferrari non imiterà Porsche e Lamborghini, nessun Suv in arrivo

Il Presidente Sergio Marchionne ha detto chiaramente che Ferrari non imiterà Lamborghini e Maserati allargando la sua gamma con i Suv

di Andrea Senatore, pubblicato il
Ferrari

Negli scorsi mesi si è parlato molto della possibilità che anche Ferrari si possa in futuro approfittare del grande momento che stanno vivendo i Suv nel mercato auto, facendo uscire un proprio modello. Del resto si tratterebbe di una mossa simile a quella effettuata da Porsche con il Cayenne, che tanta fortuna ha portato alla casa tedesca.

 

Anche Lamborghini a breve porterà sul mercato il suo primo Suv che si chiamerà Urus. Il Presidente di Ferrari, Sergio Marchionne, ha però voluto smentire definitivamente queste voci. Nelle scorse settimane il numero uno della casa automobilistica del Cavallino rampante ha ribadito che non arriveranno Sport Utility nel futuro dell’azienda di Maranello.

 

Il motivo di questa scelta è da ravvisare nel fatto che Sergio Marchionne non ha alcuna intenzione di snaturare quella che è la vera essenza del cavallino rampante, che da sempre si occupa di realizzare auto sportive ad alte prestazioni. Questo sebbene una simile mossa possa comunque portare ad un notevole allargamento della platea dei clienti con conseguente crescita dei fatturati. 

 

Ma si tratterebbe di una mossa che a lungo termine non gioverebbe alla reputazione di Ferrari, che preferisce non intaccare il suo stile. Piuttosto nei prossimi anni assisteremo, così come conferma lo stesso Sergio Marchionne ad un allargamento della gamma con l’arrivo di nuovi modelli.

 

Leggi anche: Ferrari e Lamborghini: in Spagna organizzazione criminale vendeva auto false

 

Ferrari

Ferrari: niente Suv nel futuro della casa automobilistica del cavallino rampante

 

Leggi anche: Ferrari 812 Superfast: la più potente della storia con i suoi 800 cavalli

 

Infatti i dirigenti del cavallino rampante vogliono ampliare l’offerta con vetture attualmente non previste ma il tutto senza snaturare la vera essenza di un brand che ancora oggi viene considerato come il più potente dell’intero settore automotive. Dopo un 2016 di altissimo livello per Ferrari con oltre 8 mila immatricolazioni, vedremo adesso cosa riserverà il futuro dell’azienda di Maranello. 

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Ferrari

Leave a Reply