Ferrari, il logo del Biscione lascia spazio al Quadrifoglio Verde in Formula 1

Secondo indiscrezioni nella nuova monoposto Ferrari che sarà svelata tra poche ore troverà spazio il simbolo del Quadrifoglio Verde

di Andrea Senatore, pubblicato il
Alfa Romeo Quadrifoglio

Tra poche ore sarà finalmente svelata la nuova monoposto della scuderia Ferrari per il prossimo campionato di Formula 1. Attualmente si sa molto poco di questa vettura, una delle prime cose che trapela riguarda però la sua carrozzeria. Secondo indiscrezioni trapelate nelle scorse ore il logo di Alfa Romeo che aveva caratterizzato la carrozzeria della monoposto della scuderia del cavallino rampante lascerà il posto al mitico Quadrifoglio Verde, simbolo delle auto più sportive del Biscione.

 

Si tratta di un simbolo che nel mondo dei motori viene considerato un vero e proprio porta fortuna, il suo esordio avvenne nel lontano 1923, quando durante un’edizione della Targa Florio questo simbolo fu disegnata sulla carrozzeria della RL Targa Florio preparata per Ugo Sivocci. Fu’ lo stesso Sivocci a farsi dipingere questo stemma allo scopo di ottenere un po’ di fortuna che fino a quel momento era mancata.

 

Il simbolo portò realmente molta fortuna al pilota che vinse quell’edizione della Targa Florio dopo una gara a dir poco rocambolesca. Da qui nacque la leggenda del Quadrifoglio Verde su sfondo bianco che fu poi adottata su tutte le automobili sportive del Biscione fino ai giorni nostri dove il simbolo torva spazio nella top di gamma di Alfa Romeo Giulia e anche in quella del Suv Stelvio.

 

Leggi anche: Smart Electric Drive 2017, molte novità per la nuova generazione

 

Ferrari 2017

Ferrari 2017: tra poche ore la presentazione della nuova monoposto, sulla carrozzeria il Quadrifoglio verde

 

Leggi anche: Fiat 500X: nuovo spot pubblicitario con il premio Oscar Arien Brody

 

Vedremo dunque se questa decisione porterà fortuna a Ferrari. Tra poco a Maranello verrà svelata la nuova monoposto che avrà l’arduo compito di far dimenticare i pessimi risultati che la scuderia del Cavallino Rampante ha ottenuto lo scorso anno. Vedremo se i tecnici e gli ingegneri di Maranello saranno riusciti a migliorare la situazione rispetto al 2016. 

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Ferrari

I commenti sono chiusi.