Ferrari ha problemi prima dell’inizio della stagione di Formula 1 2020?

Ferrari: la nuova monoposto sembra avere seri problemi e dunque il 2020 potrebbe essere ancora un anno difficile per il cavallino rampante

di , pubblicato il
Ferrari: la nuova monoposto sembra avere seri problemi e dunque il 2020 potrebbe essere ancora un anno difficile per il cavallino rampante

Dopo una preoccupante stagione di Formula 1 2019, la Ferrari spera di poter finalmente sfidare per il titolo la Mercedes nel 2020 in Formula 1. Tuttavia da qualche settimana si sono intensificate le voci di problemi della Ferrari durante le prove invernali. La scorsa settimana lo stesso Charles Leclerc ha dichiarato che attenderà felicemente il campionato del mondo 2021 per vincere il mondiale, ma che comunque ha qualche “speranza” anche per il 2020. Queste dichiarazioni hanno lasciato perplessi i numerosi tifosi del team di Maranello facendo pensare che la scuderia del cavallino rampante possa essere realmente in alto mare per la stagione 2020 tanto da pensare già a quella del 2021.

Ferrari: la nuova monoposto sembra avere seri problemi e dunque il 2020 potrebbe essere ancora un anno difficile

A quanto pare in casa Ferrari, si puntava a copiare il concetto high-rake di Adrian Newey, ma  i test della galleria del vento avrebbero deluso  i tecnici della scuderia. La nuova monoposto si è rivelata non funzionare come previsto e ciò avrebbe destato grande preoccupazione. Si spera ovviamente che da qui all’inizio della stagione di Formula 1 che come di consueto prenderà il via con il Gran Premio d’Australia sul circuito di Melbourne le cose possano migliorare per il cavallino rampante.

Leggi anche: Ferrari: il brand italiano è il marchio più forte del mondo per il secondo anno consecutivo

Ferrari - Charles Leclerc

Ferrari: la nuova monoposto sembra avere seri problemi e dunque il 2020 potrebbe essere ancora un anno difficile per il cavallino rampante

Leggi anche: Ferrari: il cavallino rampante diventa un nuovo membro dell’associazione europea dei costruttori ACEA

 

Argomenti: