FCA: nel mese di luglio dagli USA arrivano grandi sorprese

FCA: a luglio negli USA i migliori risultati arrivano dalle grandi berline, ed in primis da Chrysler 300 e Dodge Charger , bene anche Alfa Romeo Giulia

di , pubblicato il
FCA

Per FCA a luglio le cose non sono andate molto bene negli USA. Basti pensare che vi è stato un calo del 10 per cento nelle immatricolazioni rispetto a quanto avvenuto nello stesso periodo dello scorso anno. Tuttavia per il gruppo italo americano del numero uno Sergio Marchionne vi sono stati anche aspetti positivi. Ci riferiamo ad un fatto curioso avvenuto nel mese di luglio negli Usa per Fiat Chrysler. 

FCA: negli Stati Uniti molto bene a luglio le grandi berline

 

Le grandi berline presenti nella gamma dei brand di FCA hanno effettivamente registrato una crescita delle vendite. In un mercato in cui le grandi berline sono segnalate in rapida estinzione, è stata una sorpresa vedere Chrysler 300 e Dodge Charger fare così bene.

Le vendite di Chrysler 300 sono aumentate del 31 per cento il mese scorso negli USA, mentre le vendite di Dodge Charger sono aumentate del 9 per cento rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

Dodge Charger è riuscito anche ad superare il sempre più popolare Dodge Challenger il mese scorso, dopo che a giugno si era registrato il mese di vendita migliore per questo veicolo.

A luglio però le cose per Challenger vanno meno bene e a causa di un calo del 5 per cento rispetto allo scorso anno la vettura di FCA torna dietro a Ford Mustang tra le “muscle car” come numero di auto vendute.

Tra le berline di FCA segnaliamo infine l’ottimo risultato di Alfa Romeo Giulia. Infatti per la prima volta nella sua carriera a luglio Alfa Romeo Giulia supera quota mille unità vendute negli Stati Uniti. 

Leggi anche: Fiat ecco cosa è accaduto a luglio 2017 in Italia, Panda rimane la più venduta

FCA

FCA: a luglio negli Stati Uniti i migliori risultati arrivano dalle grandi berline, ed in primis da  Chrysler 300 e Dodge Charger , bene anche Alfa Romeo Giulia

 

Leggi anche: Fiat Chrysler: bufera sull’ex dirigente che viveva nel lusso con i fondi per la formazione

 

 

Argomenti: