FCA: l’ipotesi cessione ai cinesi non piace a Fim-Cisl

FCA: le voci su un presunto spacchettamento del gruppo italo americano con la vendita di alcuni brand ai cinesi non piace alla Fim-Cisl.

di Andrea Senatore, pubblicato il
FCA

Fim-Cisl ha voluto commentare le voci sulle presunte cessioni di FCA a gruppi cinesi. Il sindacato non vede di buon occhio una simile possibilità. Lo spacchettamento di Fiat Chrysler con la cessione di alcuni brand ai cinesi ma senza Maserati e Alfa Romeo verrebbe infatti vista come un vero e proprio autogol da marco Bentivogli, leader nazionale della Fim. Secondo il sindacalista, infatti, un conto sarebbe fare un’alleanza con questi grandi gruppi cinesi un conto è vendere ad essi alcuni brand.

Fim-Cisl preoccupata per l’eventuale cessione di alcuni brand ai cinesi da parte di FCA

Ovviamente, la preoccupazione della Fim-Cisl è per il futuro degli stabilimenti italiani di FCA. Si teme che mantenere solo Alfa Romeo e Maserati non possa essere sufficiente a garantire gli attuali livelli di occupazione in futuro. Per il momento, le voci sulla trattativa con Great Wall Motor, primo gruppo cinese per la produzione di Suv e Pick Up, rimangono solo indiscrezioni. Queste, però, sono state sufficienti ieri per far crescere le quotazioni del titolo di FCA in Borsa.

Si attendono conferme o smentite da parte di Fiat Chrysler delle indiscrezioni rilanciate da Automotive News

Nei prossimi giorni si attendono conferme o smentite da parte dei dirigenti di Fiat Chrysler Automobiles su queste trattative che sarebbero ancora in fase di svolgimento secondo quanto rivelato da Automotive News, di solito una fonte molto attendibile quando si tratta di parlare dei brand che fanno parte del gruppo italo americano guidato dal numero uno Sergio Marchionne. 

 

Leggi anche: Fiat Chrysler è ora il quarto gruppo nel mercato messicano, bene Alfa Romeo, Dodge e Jeep

 

FCA

FCA: le voci su un presunto spacchettamento con la vendita di alcuni brand  del gruppo italo americano ai cinesi non piace alla Fim-Cisl

 

Leggi anche: Fiat Chrysler: passerà in mano ai cinesi? Trattativa aperta secondo Automotive News

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler