FCA e Renault sperano che i colloqui per la fusione riprendano

I dirigenti di Fiat Chrysler e Renault-Nissan restano aperti all'idea che un accordo di fusione possa ancora essere trovato

di , pubblicato il
I dirigenti di Fiat Chrysler e Renault-Nissan restano aperti all'idea che un accordo di fusione possa ancora essere trovato

I dirigenti di Fiat Chrysler e Renault-Nissan restano aperti all’idea che un accordo di fusione possa ancora essere trovato, ma avvertono che le condizioni imposte da ciascuna parte potrebbero danneggiare gli sforzi per riavviare i colloqui. Lo ha confermato il Wall Street Journal, citando persone che hanno familiarità con la situazione.

I dirigenti di Renault sono ottimisti sul fatto che l’esito della riunione degli azionisti di Nissan questa settimana stimolerà nuovi colloqui di fusione con FCA in quanto il supporto per un accordo esiste ancora all’interno della sede della casa automobilistica francese vicino a Parigi, ha detto il quotidiano, citando persone vicine alla casa francese.

I dirigenti di Fiat Chrysler e Renault-Nissan restano aperti all’idea che un accordo di fusione possa ancora essere trovato

Inoltre, Nissan non si è chiusa alla possibilità di un eventuale accordo, ma vorrebbe anche rimodellare l’alleanza per consentire maggiore flessibilità e indipendenza per ciascun partner. Il CEO di Renault Thierry Bollore ha dichiarato la scorsa settimana che non è successo nulla tra la casa automobilistica francese e FCA dopo il crollo dei colloqui di fusione volti a creare la terza casa automobilistica del mondo.

Le discussioni sulla fusione con FCA si sono interrotte bruscamente dopo che il governo francese, il più potente azionista della Renault, ha cercato di ottenere un rinvio allo scopo di avere il consenso esplicito di Nissan. FCA ha incolpato “le condizioni politiche in Francia” quando ha ritirato la sua proposta e un segnale dallo stato francese secondo cui avrebbe rinunciato alla sua influenza su Renault sarebbe stato necessario per la ripresa dei colloqui, secondo indiscrezioni.

Per la Renault e lo Stato, il miglioramento del rapporto con Nissan avrà la priorità su un accordo FCA, hanno detto i funzionari. La Francia, in particolare, ritiene che il supporto esplicito dell’autoproduttore giapponese sia cruciale per il successo di una fusione tra FCA e Renault. Nonostante il dito puntato dopo i colloqui falliti, Renault, FCA e Francia hanno lasciato la porta aperta per un possibile accordo mentre si preparano per i costosi cambiamenti che stanno investendo il settore, come lo sviluppo di veicoli elettrici e autonomi.

Leggi anche: Fiat Punto ed altri modelli potrebbero tornare grazie alla fusione tra FCA e Renault

Fiat Chrysler e Renault

Leggi anche: Renault e Fiat Chrysler: Il governo giapponese ha avuto un ruolo fondamentale nella rottura

Argomenti: ,