Continental: per la guida autonoma completa ci vuole ancora tempo

Andree Hohm di Continental pensa ci vorrà ancora tempo prima di vedere auto completamente autonome in strade pubbliche

di , pubblicato il
Andree Hohm di Continental pensa ci vorrà ancora tempo prima di vedere auto completamente autonome in strade pubbliche

I primi veicoli completamente autonomi in grado di gestire tutte le condizioni sulle strade pubbliche e potenzialmente sostituire la proprietà privata delle auto, probabilmente non appariranno fino a dopo il 2030. Lo ha detto il capo dei progetti automobilistici a guida autonoma di Continental, Andree Hohm. “La gente mi chiede sempre quando i veicoli senza conducente saranno sulla strada”, ha detto questo mese al Tech Show di Continent ad Hannover, “e dico loro che la risposta è “oggi”. Ma questo solo se si dispone di un’area di utilizzo molto specifica, ad esempio come una strada privata e si desidera viaggiare a bassa velocità. In quel caso è possibile acquistare tale veicolo.”

Andree Hohm di Continental pensa ci vorrà ancora tempo prima di vedere auto completamente autonome in strade pubbliche

“Se invece si parla di usare la guida autonoma ad alta velocità in strade e autostrade allora i tempi sono ancora lunghi”. Hohm ha detto che l’intenzione in Continental, è che le impostazioni urbane a bassa velocità siano il punto zero per la guida autonoma. Le situazioni urbane possono essere più complesse delle autostrade, ha detto, “ma hanno un vantaggio chiave: le velocità più lente offrono maggiori opportunità quando i sistemi falliscono o si ottengono letture errate dai sensori”.

Continental è attiva in molte aree della tecnologia di guida autonoma. Il fornitore sta lavorando per produrre pezzi in serie adatti all’uso in auto a guida autonoma e ne offre alcuni nella navetta autonoma EZ10 di EasyMile, una società francese in cui detiene un interesse. Il lavoro di sviluppo è in corso sulla piattaforma CUbE, basata su EZ10. I sistemi di guida autonomi di Continental includono la capacità di generare un’immagine a 360 gradi da una combinazione di dati provenienti da radar, lidar e telecamere per fornire ridondanza.

“Noi di Continental consideriamo la mobilità senza conducente molto promettente”, ha affermato. “Avrà una quota significativa della mobilità del futuro.” Il CEO di Continental Elmar Degenhart ha dichiarato in aprile che il mercato complessivo del software da solo per i veicoli autonomi sarebbe cresciuto da 280 miliardi di euro a 1,2 trilioni di euro entro il 2030.

Leggi anche: Continental vince il premio Automotive INNOVATIONS 2019 per il sistema di porte intelligenti

Argomenti: