Citroen ha grandi piani per il suo futuro

Citroen punta su Cina, India e Suv per far aumentare le sue vendite a livello globale

di , pubblicato il
Citroen

Citroen si aspetta che Cina, India e una continua attenzione ai SUV aiuti il marchio a raggiungere il suo nuovo obiettivo di vendita. Il marchio francese, che fa parte del gruppo PSA che di recente ha annunciato la fusione con Fiat Chrysler, ha abbassato l’obiettivo di vendita del 2022 a 1,3 milioni di veicoli da 1,5 milioni, in gran parte a causa della chiusura del mercato iraniano, a cui il marchio aveva pianificato di entrare prima del ritiro degli Stati Uniti dall’accordo nucleare.

Citroen punta su Cina, India e Suv per far aumentare le sue vendite

Linda Jackson, CEO di Citroen, ha dichiarato che il marchio raggiungerà l’obiettivo sviluppando un nuovo mercato in India con veicoli di produzione locale, rinnovando le operazioni cinesi in difficoltà e continuando a lanciare nuovi modelli di successo come i modelli SU3 C3 e C5 Aircross. Le vendite globali di Citroen sono scese del 5,1 per cento a 992.800 l’anno scorso. Jackson assumerà un nuovo ruolo strategico all’interno del gruppo padre PSA dopo aver guidato Citroen dal 2014, mentre PSA si prepara per una fusione con Fiat Chrysler Automobiles. Il nuovo capo di Citroen sarà Vincent Cobee, ex dirigente dell’alleanza Renault-Nissan.

Il 2019 è stato un anno positivo per il marchio francese in termini di vendite in Europa

L’anno scorso il mercato europeo è stato un punto positivo per Citroen, con vendite in crescita dell’1,2% (Citroen comprende l’UE, i paesi EFTA e i paesi dei Balcani nella regione). Le vendite nell’UE e nell’EFTA sono aumentate del 6,4 per cento a 636.843, secondo il gruppo commerciale ACEA. Jackson ha dichiarato che la quota di mercato di Citroen è salita al 4,9 per cento dal 4,7 per cento.

Leggi anche: Citroen svela un pezzettino della nuova concept car urbana per Ginevra

Nuova Citroen C5 Aircross Hybrid

Nuova Citroen C5 Aircross Hybrid

Leggi anche: La fusione di PSA e FCA non sarà l’unica alleanza che vedremo a breve termine

Argomenti: