Chrysler Pacifica ibrida plug-in debutto negli USA il 17 aprile 2017

Chrysler Pacifica ibrida il prossimo 17 aprile 2017 sarà finalmente in vendita negli Stati Uniti, si tratta del primo modello ibrido di Fiat Chrysler

di Andrea Senatore, pubblicato il
Chrysler Pacifica Hybrid

Il 17 aprile 2017 è una data molto importante per il gruppo italo americano Fiat Chrysler Automobiles. Infatti debutta negli USA la nuova monovolume Chrysler Pacifica ibrida plug-in. Si tratta di una vettura particolarmente attesa nel mondo dei motori da appassionati e addetti ai lavori trattandosi del primo ibrido che il gruppo guidato da Sergio Marchionne presenta sul mercato. Dunque questo modello metterà in mostra i progressi effettuati dalla società italo americana per quanto concerne le nuove tecnologie.

 

La nuova Chrysler Pacifica ibrida arriva con circa 3 mesi di ritardo rispetto ai tempi annunciati inizialmente. Fiat Chrysler ha giustificato il ritardo con una necessità di garantire l’accertamento della qualità del veicolo prima di immetterlo sul mercato. La sua produzione ha avuto inizio lo scorso mese di dicembre e finalmente tra pochi giorni partiranno le vendite di questo atteso modello.

 

Per quanto riguarda le prestazioni della nuova Chrysler Pacifica ibrida, questa vettura garantisce  in modalità 100 per cento elettrica un’autonomia in città di 56 km e di 53 km nel ciclo combinato. Il motore elettrico è costituito da una batteria agli ioni di litio da 16 kWh  che è stata posta sotto il pavimento della seconda fila di sedili della monovolume. Chrysler Pacifica secondo gli addetti ai lavori, può vantare nel suo complesso un sistema ibrido particolarmente efficiente. 

 

Leggi anche: Maserati: a Singapore svendita per le sue auto con sconti impressionanti

 

Chrysler Pacifica Ibrida

Chrysler Pacifica Ibrida

 

Leggi anche: Fiat Chrysler sicura protagonista al Salone di New York con Alfa Romeo, Jeep e Dodge

 

Questo della Chrysler Pacifica ibrida è il primo banco di prova per Fiat Chrysler che poi successivamente adotterà questa tecnologia anche in numerosi altri modelli che nei prossimi anni arriveranno ad arricchire le gamme dei maggiori brand che fanno parte del gruppo italo americano guidato dal numero uno, l’amministratore delegato Sergio Marchionne che non vuole farsi trovare impreparato dai cambiamenti del mercato.

 

 

 

 

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler

I commenti sono chiusi.