Byton registra 50.000 prenotazioni per il suv M-Byte

La casa cinese ha annunciato che le prenotazioni per il suo futuro suv elettrico vanno a gonfie vele

di , pubblicato il
La casa cinese ha annunciato che le prenotazioni per il suo futuro suv elettrico vanno a gonfie vele

Byton ha già ricevuto non meno di 50.000 prenotazioni per il suo M-Byte tramite il suo sito web. Nel frattempo, il  modello ha completato i test invernali in Mongolia.  Inoltre, il nuovo CEO della casa automobilistica, Daniel Kirchert, ha annunciato che la seconda piattaforma della sua azienda arriverà prima del previsto. Il Ceo ha dichiarato: “È molto probabile che la prossima piattaforma arriverà prima del 2025.” Byton non ha ancora preso una decisione sulle dimensioni del modello.

Si ritiene probabile che questo potrebbe essere un veicolo navetta autonomo.

La casa cinese ha annunciato che le prenotazioni per il suo futuro suv elettrico vanno a gonfie vele

Ma torniamo all’M-Byte: dalla metà del 2018, Byton ha testato circa 100 prototipi su banchi di prova, piste di prova e nel traffico stradale in Cina e negli Stati Uniti. Durante i test invernali, gli ingegneri hanno percorso diverse migliaia di chilometri su strade aperte e preparato piste di prova a temperature fino a -30 gradi Celsius. In questa fase, l’attenzione era rivolta alle batterie, alla gestione della batteria, all’azionamento elettrico e all’elettronica di guida per garantire affidabilità e un intervallo corrispondente. Anche i componenti come il telaio o il sistema di riscaldamento e condizionamento dell’aria dovevano dimostrarsi in uso continuo.

I primi suv saranno consegnati ai clienti entro la fine di quest’anno

Presso la sede centrale di Byton a Nanjing, il completamento degli impianti di produzione è in pieno svolgimento. Tutte le sale sono state completate e attualmente sono equipaggiate con macchine. L’attrezzatura del reparto verniciatura è quasi completata. La produzione pre-seriale è prevista per l’estate 2019. I primi veicoli di produzione saranno consegnati alla fine del 2019 in Cina, nella seconda metà del 2020 negli Stati Uniti e alla fine del 2020 in Europa. Ogni anno circa 300.000 veicoli usciranno dalla catena di montaggio di Nanjing. Dal 2023, Byton punta al pieno utilizzo della capacità.

Leggi anche: Byton K-Byte: nuova concept elettrica rivelata dalla società cinese

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: