BMW si scusa per gli incendi del motore causati da problemi hardware

Bmw in Corea del Sud si è scusata con i suoi clienti per il problema al motore di alcuni suoi modelli che ha causato alcuni incendi.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Bmw

L’unità coreana di BMW si è scusata lunedì per gli incendi dei motori di alcuni suoi modelli avvenuti in Corea del Sud e che hanno spinto la società tedesca ad effettuare alcuni richiami cercando di dissipare le preoccupazioni dei propri clienti. Kim Hyo-joon, presidente della divisione coreana della casa automobilistica di Monaco di Baviera, ha dichiarato che la sua società collaborerà pienamente con le indagini del ministero dei trasporti e completerà le ispezioni sulla sicurezza dei suoi veicoli entro la prossima settimana.

Bmw in Corea del Sud si è scusata con i suoi clienti per il problema al motore di alcuni suoi modelli che ha causato alcuni incendi

Più di 20 casi di incendi di auto di BMW sono stati segnalati in Corea del Sud, soprattutto a luglio. Immagini e video di berline avvolte nel fumo e sventrate da incendi hanno allarmato e non poco  gli automobilisti. Secondo quanto riferito, alcuni parcheggi hanno rifiutato l’ingresso ad auto del brand teutonico. BMW ha dichiarato di aver scoperto che la causa degli incendi del motore era dovuta a perdite nei refrigeratori di ricircolo dei gas di scarico (EGR). Ciò ha causato incendi quando i veicoli venivano guidati a velocità elevate per lunghi periodi di tempo. La società ha negato la speculazione che programmi software difettosi potrebbero essere alla base degli incendi.

Johann Ebenbichler, vice presidente BMW per la gestione della qualità ha dichiarato: “La causa principale sono i problemi hardware, che non hanno nulla a che fare con i problemi software”. Il dirigente della casa tedesca ha anche detto che l’incendio si è verificato solo nei veicoli in movimento.”Mi preme confermare che l’incendio non può verificarsi quando un veicolo è parcheggiato. Ebenbichler ha inoltre aggiunto:  “L’azienda sta ancora indagando sul perché la Corea del Sud abbia visto così tanti incidenti simili quest’estate. Nel complesso, i tassi di guasto del motore in Corea del Sud non erano più numerosi che in altri paesi in cui BMW ha utilizzato lo stesso software e hardware. Il richiamo di 42 modelli per problemi di sicurezza lo scorso mese ha riguardato esattamente 106.317 veicoli di Bmw.

Leggi anche: BMW investirà 1 miliardo di euro per un nuovo stabilimento in Ungheria

Bmw in Corea del Sud si è scusata con i suoi clienti per il problema al motore di alcuni suoi modelli che ha causato alcuni incendi

Leggi anche: BMW, Ford e Tesla: temono di rimanere coinvolte nella guerra commerciale tra USA e Cina

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: BMW

I commenti sono chiusi.