BMW M riduce il rombo dei suoi modelli per rispettare le leggi dell’UE

Anche Bmw M ha deciso di ridurre il suono dei propri modelli per rispettare i limiti imposti dall'Unione Europea

di , pubblicato il
Bmw M

Le nuove normative sul rumore che l’Unione Europea ha sviluppato influenzano pienamente i produttori, specialmente quando parliamo delle versioni più sportive. BMW è costretta a ridurre i decibel dei suoi modelli della gamma di Bmw M. Attualmente, il regolamento sulle emissioni acustiche segna un limite massimo di 74 decibel, ma a metà del decennio sarà ridotto a 68 decibel. E, per ora, lo standard riguarda solo l’emissione esterna, quindi i marchi si impegnano a deviare il suono puro emesso dal motore verso l’interno. Esternamente, dunque non sembrerà una vera auto sportiva.

Anche Bmw M ha deciso di ridurre il suono dei propri modelli per rispettare i limiti imposti dall’Unione Europea

La nuova BMW M5 Competition non mostra più ciò che ci si aspetta dalla sua categoria, ma offre una nota sonora molto più morbida e le nuove X5 M e X6 M, insieme alle versioni che portano il cognome “Competition” che vanno in vendita, sono anche più “silenziose”. Il marchio tedesco ha deciso di includere il sistema “Active Sound” nella dotazione standard di questi modelli per trasferire il ruggito del motore in cabina, attraverso gli altoparlanti del sistema audio, un sistema che è un accessorio opzionale offerto solo dal 2015 per motori diesel di serie 2, Serie 3 e Serie 4 .

Le normative europee sono diventate così severe che paesi come la Francia utilizzeranno dei radar installati su alcune delle sue strade per individuare chi con la propria auto supera questi limiti. Quindi le sanzioni andranno non solo ai marchi, ma anche a quei proprietari che non possono resistere dal fare “rombare” la propria auto.

Leggi anche: BMW M: la divisione ad alte prestazioni della casa bavarese ottiene un record importante

Argomenti: