BMW, Honda, Toyota, indagini per presunte violazioni di brevetti in USA

Bmw, Honda Toyota sono solo alcune delle case automobilistiche rimaste coinvolte in una denuncia per presunta violazione di alcuni brevetti

di Andrea Senatore, pubblicato il
Bmw

Bmw, Toyota, Honda e altre case automobilistiche sarebbero sotto inchiesta negli Stati Uniti. La US International Trade Commission, che aiuta a supervisionare i casi di violazione della proprietà intellettuale, ha aperto un’inchiesta nei confronti di un certo numero di case automobilistiche e fornitori su una presunta violazione di brevetto. L’indagine è iniziata dopo che la Ventures intellectual II,  ha presentato una denuncia presso l’USITC per la violazione di un brevetto.

 

Bmw, Toyota, Honda: presentata denuncia per violazione di alcuni brevetti

 

La denuncia sostiene che diverse case automobilistiche e fornitori, tra cui Honda , Toyota , BMW, Aisin e Denso, utilizzano componenti termoplastici che violano alcuni brevetti di Intellectual Ventures II. Le parti sono utilizzate in una varietà di veicoli moderni venduti negli Stati Uniti, e possono essere trovate in un gran numero di componenti, tra cui pompe e unità di servosterzo. La Reuters riporta che tra i veicoli colpiti da questa denuncia vi sarebbero Toyota Camry, BMW Serie 2Honda Accord. Per il momento Toyota, Honda e le altre case automobilistiche coinvolte hanno rifiutato di commentare.

 

Leggi anche: Bmw X7 2019: le ultime immagini inedite provenienti dal Nurburgring

 

Honda

Honda: anche la celebre casa automobilistica giapponese sarebbe coinvolta per la presunta violazione di alcuni brevetti

 

Leggi anche: BMW i8: a Shanghai mostrata edizione speciale Protonic Frozen Yellow Edition

 

L’USITC assegnerà la causa ad un giudice, che terrà un’udienza probatoria per stabilire se procedere o meno ulteriormente. L’USITC ha 45 giorni di tempo per fissare una data obiettivo per il completamento  di questa indagine che negli USA sta facendo molto discutere in queste ultime ore appassionati e addetti ai lavori.

 

In ogni caso anche in caso di condanna è assai improbabile che le case automobilistiche  debbano togliere i veicoli in questione dalla strada.  Nel caso di violazione dei brevetti Intellectual Ventures II,  molto probabilmente  le aziende coinvolte dovranno pagare una multa piuttosto pesante ma senza ulteriori conseguenze.

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: BMW, Honda, Toyota

Leave a Reply