BMW ha aumentato i prezzi dei suoi Suv in Cina

Bmw aumenta in Cina i prezzi dei Suv X5 e X6 a causa della guerra dei dazi scoppiata tra Cina e USA.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Bmw aumenta in Cina i prezzi dei Suv X5 e X6 a causa della guerra dei dazi scoppiata tra Cina e USA.

Bmw ha dichiarato di aver aumentato i prezzi di due popolari Suv in Cina. Ciò è avvenuto dopo che il grande paese asiatico ha applicato dazi alle importazioni delle auto prodotte in America. I prezzi dei modelli X5 e X6 sono aumentati del 4% e del 7% rispetto a quelli praticati sino alla scorsa settimana. Una portavoce della casa automobilistica di Monaco di Baviera ha dichiarato che le modifiche dei prezzi sono state fatte a causa “dell’aumento del dazio all’importazione per le auto prodotte negli Stati Uniti”. Pechino ha introdotto nuove tariffe sui veicoli americani all’inizio di questo mese come rappresaglia per le misure statunitensi contro 34 miliardi di dollari di esportazioni cinesi. 

Bmw aumenta in Cina i prezzi dei Suv X5 e X6 a causa della guerra dei dazi scoppiata tra Cina e USA

BMW è la seconda casa automobilistica ad aumentare i prezzi in Cina per questo motivo dopo Tesla. La Cina è il più grande mercato automobilistico per la casa tedesca. L’azienda teutonica ha venduto 560 mila auto l’anno scorso, più di quanto ottenuto insieme negli Stati Uniti e in Germania. L’ anno scorso, il famoso marchio bavarese ha esportato circa 81 mila veicoli dal suo stabilimento nella Carolina del Sud in Cina, generando circa 2,4 miliardi di dollari di vendite. Quello del resto è il più grande impianto che il marchio tedesco ha nel mondo e conta più esportazioni di automobili rispetto a qualsiasi altro stabilimento di produzione statunitense. La società costruisce anche automobili in Cina attraverso una joint venture con il gruppo locale Brilliance Automotive. Questi veicoli non sono soggetti a tariffe di importazione.

In precedenza, BMW aveva annunciato piani per aumentare la produzione in Cina, ma ha affermato che ciò era dovuto alla crescente domanda di veicoli. Ha anche detto che non avrebbe tagliato la produzione o l’occupazione nel suo stabilimento della Carolina del Sud a causa dei piani di espansione cinesi. Tu Le, capo della società di ricerche di mercato Sino Auto Insights, ha affermato che l’aumento dei prezzi fino al 7% significa che BMW sta ancora assorbendo parte dei costi delle tariffe più alte. Se le tariffe rimarranno in vigore a lungo termine, la casa tedesca potrebbe prendere in considerazione la possibilità di spostare la produzione di SUV dall’America all’Europa, dove le esportazioni verso la Cina sono soggette a dazi inferiori.

Leggi anche: BMW, Ford e Tesla: temono di rimanere coinvolte nella guerra commerciale tra USA e Cina

Bmw

Bmw ha deciso di aumentare i prezzi dei suoi suv prodotti in USA e esportati in Cina a causa della guerra dazi

Leggi anche: BMW richiamerà 106.317 automobili per rischio incendio al motore

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: BMW

I commenti sono chiusi.