Audi vuole risparmiare 15 miliardi entro il 2022, ecco come

La casa di Ingolstadt punterebbe ad una riduzione dei costi entro il 2022 con tagli al personale

di , pubblicato il
Audi

Audi vuole ridurre i suoi costi di 15 miliardi di euro entro il 2022, secondo quanto riferito dalla rivista Manager Magazin in Germania nelle scorse ore. Il giornale avrebbe fatto riferimento a quanto detto da alcuni dirigenti della compagnia. A quanto pare, la riduzione dei costi aiuterebbe a finanziare progetti come il passaggio all’elettromobilità. La casa automobilistica di Ingolstadt ha detto che i risparmi sui costi non sono stati ancora finalizzati, ma l’entità dei tagli dei costi segnalati dalla rivista è corretta. Secondo Manager Magazin, questa riduzione dei costi avverrà mediante una riduzione del 3 per cento ogni anno del personale che in 5 anni dovrebbe portare a circa 14 mila posti di lavoro in meno rispetto alla situazione attuale. Questo però avverrà senza licenziamenti ma semplicemente non sostituendo il personale che andrà in pensione.

La casa di Ingolstadt punterebbe ad una riduzione dei costi entro il 2022 con tagli al personale

Al momento quelle del taglio di 14 mila posti di lavoro è solo un’ipotesi. Infatti la casa tedesca ha rifiutato di commentare questi numeri.  Ricordiamo che Audi ha circa 91.700 dipendenti in tutto il mondo, di cui circa 61.500 con sede in Germania. I tagli dei costi per la società con sede a Ingolstadt si rendono necessari per finanziare le costose ricerche sulle nuove tecnologie ed in particolare sulle auto elettriche. Inoltre al pari della casa madre Volkswagen occorre ancora far fronte alle somme spese per chiudere il dieselgate. 

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia e Stelvio: facciamo un confronto con le rivali di Audi, Bmw e Mercedes in USA

Audi pensa a tagliare i costi entro il 2022 con una riduzione del personale di circa 14 mila unità ma senza licenziamenti

Leggi anche: Audi batte Mercedes e Bmw nel 2018 e si conferma leader nel segmento premium in Italia

Argomenti: