Audi sta facendo il prossimo passo verso la produzione del 5G

Insieme al fornitore di rete svedese Ericsson, Audi presenta un nuovo progetto pilota di interazione uomo-robot

di , pubblicato il
Audi

Insieme al fornitore di rete svedese Ericsson, Audi presenta un nuovo progetto pilota di interazione uomo-robot. Uno dei primi casi da mostrare sarà un’applicazione di automazione connessa via 5G con particolare attenzione alla sicurezza personale. L’uso del 5G in produzione offre molte opportunità: una comunicazione senza interruzioni in tempo reale è un prerequisito per consentire ai robot di produzione wireless e ai dipendenti di lavorare insieme senza problemi in futuro. A differenza di altre tecnologie wireless, il 5G è più affidabile, reagisce in modo più efficace agli alti livelli di utilizzo ed è quindi particolarmente adatto per collegare sensori, macchine e dispositivi gestiti da esseri umani.

Insieme al fornitore di rete svedese Ericsson, Audi presenta un nuovo progetto pilota di interazione uomo-robot

Insieme ad Audi, Ericsson presenta ora un ulteriore esempio di come utilizzare il 5G nella produzione automobilistica: un robot industriale installa un modulo airbag nel volante di un’Audi. La cella del robot è protetta da sensori di sicurezza. Non appena una mano umana attraversa la barriera fotoelettrica della cellula, il robot si ferma automaticamente. La comunicazione ad alta frequenza (bus di campo) necessaria per questo è facilitata dal tempo di latenza molto basso, ovvero un ritardo end-to-end di circa un millisecondo.

Grazie alla tecnologia 5G, l’interazione tra uomo e macchina è ora possibile anche in modalità wireless. “5G combina tutti i punti del nostro ambiente di produzione e questo porta a enormi miglioramenti in termini di flessibilità e connettività e mostra come esseri umani e robot possano lavorare insieme in sicurezza”, afferma Arjen Kreis, Responsabile della tecnologia di automazione della carrozzeria di progettazione, Audi Neckarsulm.

“Nell’ambito del nostro progetto con Ericsson, annunciato nel 2018, stiamo testando la possibilità della tecnologia 5G per applicazioni industriali nella smart factory dell’Audi Production Lab. Questi progetti ci insegneranno di più su come le reti wireless possano essere utilizzate in modo ottimale in una fabbrica intelligente “, afferma Henning Löser, capo dell’Audi Production Lab, in cui gli scenari di applicazione industriale per la produzione automobilistica vengono testati e sviluppati ulteriormente utilizzando il 5G.

Insieme ad Ericsson, Audi pone qui un focus centrale su un uso particolarmente critico per la latenza, come l’interazione con un robot industriale.

Leggi anche: Audi lancerà una nuova auto elettrica di dimensioni compatte

Dal 2018, Audi e la società svedese di telecomunicazioni Ericsson hanno testato l’uso della tecnologia wireless e di rete 5G per la produzione di veicoli. La partnership tra il produttore di automobili e il leader dell’innovazione 5G consente di riconoscere il potenziale della comunicazione wireless nella produzione in una fase precoce. “5G offre la latenza estremamente bassa che soddisfa i requisiti prestazionali dell’automazione industriale”, dichiara Marie Hogan, responsabile Mobile Broadband & IoT di Ericsson. “Le applicazioni altamente sviluppate e le reti IoT critiche per il sistema combinate con i vantaggi di una maggiore flessibilità, mobilità ed efficienza ai fini dell’automazione della produzione stanno diventando così possibili per la prima volta.

Leggi anche: Audi: i suoi clienti sapranno in anticipo quando il semaforo diventerà verde

Argomenti: