Audi protagonista di un importante investimento

Audi investirà oltre 100 milioni di euro per installare oltre 4.500 punti di ricarica per veicoli a batteria

di , pubblicato il
Audi

Entro la metà del 2022, Audi fornirà presso le sue strutture ogni dieci posti auto almeno uno che dia la possibilità di caricare auto elettriche, la maggior parte delle quali sarà accessibile al pubblico. Questo  è il più grande progetto di infrastruttura di ricarica realizzato in Germania. L’investimento fornisce ad Audi un vantaggio in termini di preparazione e competenza operativa per l’hardware e il software di tali concetti di ricarica, consentendo allo stesso tempo alla società di pilotare una nuova area di mobilità aziendale.

Audi investirà oltre 100 milioni di euro per installare oltre 4.500 punti di ricarica per veicoli a batteria

Audi sta installando oltre 4.500 punti di ricarica per veicoli a batteria, contribuendo così alla transizione energetica nel trasporto privato. “La creazione di un’infrastruttura di ricarica così estesa è una sfida completamente nuova”, ha detto Maximilian Huber. Il project manager per la ricarica del sito non è solo responsabile della costruzione dei punti di ricarica, ma anche il responsabile dell’energia e il fornitore del software per la soluzione di ricarica completa presso i siti del produttore automobilistico.

A Ingolstadt ci saranno 3.500 punti di ricarica disponibili

Solo nello stabilimento principale di Ingolstadt ci saranno 3.500 punti di ricarica disponibili nello sviluppo finale. Ci saranno 1.000 punti di ricarica a Neckarsulm, poco meno di 100 a Bruxelles e Győr. Allo stesso modo, l’infrastruttura di ricarica sarà costruita nello stabilimento di San José Chiapa. La società offre già ampie capacità di ricarica presso i centri di formazione dell’aeroporto di Monaco. L’intero progetto ha un budget totale fino a 100 milioni di euro.

Leggi anche: Audi TT di prossima generazione potrebbe diventare un crossover elettrico

Un concetto di ricarica su questa scala è finora unico in Germania e richiede una preparazione meticolosa e una gestione dell’energia in gran parte indipendente. Un team di progetto separato ha quindi preparato e strutturato il concetto per l’implementazione dalla metà del 2017. La decisione fondamentale di elettrificare il dieci percento di tutti i parcheggi era già stata presa un anno prima.

Leggi anche: Mercedes-Benz è la regina delle auto premium nel 2019 battute Audi e Bmw

Argomenti: