Audi conferma la produzione di una nuova super car elettrica

Audi PB18 e-tron: la super car della casa di Ingolastadt si farà, lo ha confermato il CEO Bram Schot

di , pubblicato il
Audi PB18 e-tron: la super car della casa di Ingolastadt si farà, lo ha confermato il CEO Bram Schot

Bram Schot, CEO di Audi, ha confermato l’intenzione della sua azienda di produrre in futuro una super car elettrica: la PB18 e-tron. La vettura sarà realizzata in edizione limitata. Infatti Schot ha detto che saranno prodotte circa 50 unità della futura super car. Al momento però non esiste alcun programma specifico relativo al lancio di questo modello. Sappiamo però che nelle intenzione della casa automobilistica di Ingolstadt questo veicolo arriverebbe per fare concorrenza a vetture del calibro di Tesla Roadster.

Audi PB18 e-tron: la super car della casa di Ingolastadt si farà, lo ha confermato il CEO Bram Schot

Audi PB18 E-Tron non è la prima supercar elettrica della casa tedesca. La società di Ingolstadt ha già venduto una versione elettronica di Audi R8, commercializzata con il nome di R8 E-Tron. Il veicolo con due motori elettrici con potenza totale di 340 kW raggiungeva i 100 km / h in 3,9 secondi e disponeva di un’autonomia di 450 km. Tuttavia, Audi ha consegnato meno di 100 unità nei due anni di produzione e ha cessato la produzione nel 2016. La vettura costava 1 milione di euro.

 Secondo Audi, la PB18 e-tron disporrà di tre motori che garantiranno una potenza di 570 kW (775 CV). La sua autonomia dovrebbe essere di circa 500 km. Ricordiamo infine che la rivale diretta Tesla Roadster dovrebbe disporre di un’autonomia di mille km con una ricarica. La vettura dovrebbe accelerare da 0 a 100 in 2 secondi e raggiungere una velocità massima di 400 km orari.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia e Stelvio: facciamo un confronto con le rivali di Audi, Bmw e Mercedes in USA

Audi PB18 e-tron: la super car della casa di Ingolastadt si farà lo ha confermato il CEO Bram Schot

Leggi anche: Audi batte Mercedes e Bmw nel 2018 e si conferma leader nel segmento premium in Italia

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: