Audi abbandona il piano per vendere il marchio Ducati

Audi abbandona il piano per vendere il marchio Ducati, le recenti riduzioni di spesa avrebbero reso non necessaria la vendita della casa italiana.

di , pubblicato il
Ducati Volkswagen

Audicelebre casa automobilistica tedesca, ha abbandonato definitivamente i piani per vendere il marchio motociclistico italiano Ducati. Lo ha confermato il numero uno della casa automobilistica di Ingolstadt, l’amministratore delegato Rupert Stadler. Parlando con i giornalisti, il dirigente ha rivelato come le misure per ridurre i costi della sua società stiano funzionando. Questo sta garantendo alla casa automobilistica tedesca di aumentare gradualmente il margine finanziario e organizzativo per il riallineamento strategico. Questo significa che al momento, sempre secondo quanto rivelato da Stadler, non c’è quindi alcuna necessità economica di vendere Ducati. 

Audi abbandona il piano per vendere il marchio Ducati, le recenti riduzioni di spesa della società avrebbero reso non necessaria la vendita della casa italiana

“Posso garantire che la Ducati appartiene alla famiglia Audi”, ha detto Stadler. “Ducati rappresenta in pieno quella che è la nostra filosofia per ciò che concerne il mondo delle moto.” I piani erano già in fase di stallo in estate, quando i potenti sindacati di Volkswagen, sostenuti dalle famiglie controllanti Porsche-Piech, si sono opposti alla logica e alla necessità di vendere asset data la capacità finanziaria del gruppo. Gli investitori e potenziali acquirenti Ducati, tuttavia, si aspettano che VW possa cambiare idea e alla fine optare per vendere il bene che, a loro avviso, ha meno importanza strategica per VW. 

Ducati e Lamborghini sempre più importanti nelle strategie future della casa di Ingolstadt

Audi, che possiede Ducati e Lamborghini, lo scorso mese ha registrato un aumento dei profitti e dei ricavi operativi per i primi nove mesi, aiutato dalla crescita della domanda di auto nei mercati europei e statunitensi con margini più elevati. Mantenere redditizia Ducati e anche il marchio Lamborghini è diventato molto importante per noi, ha dichiarato Stadler. Il CEO ha detto che la sua società spenderà quasi mezzo miliardo di euro nei prossimi otto anni per formare il personale per l’era digitale e assumerà esperti come progettisti di app automobilistiche e specialisti di robotica per auto.

Nei prossimi anni l’organico della società tedesca rimarrà stabile in modo da contenere i costi e poter lanciare suol mercato 20 nuovi veicoli elettrici entro il 2025

Per contenere i costi, Audi vuole mantenere stabile l’organico, almeno nei prossimi 2-3 anni, anche se prevede di portare più di 20 veicoli elettrificati sul mercato entro il 2025 e spinge verso servizi di mobilità sempre più digitalizzati. Audi ha pianificato all’inizio del prossimo anno di sciogliere la task force istituita per monitorare le correzioni di 850 mila vetture alimentate a diesel. “È un segno che possiamo passare lentamente dalla modalità di crisi a quella standard”, ha detto Stadler, prevedendo che i check-up saranno completati entro la fine del primo trimestre.

 

Leggi anche: Audi RS4 Avant è ordinabile anche in Italia con prezzi che partono da 87.900 euro

 

Audi

Audi abbandona il piano per vendere il marchio Ducati, le recenti riduzioni alle spese della società avrebbero reso non necessaria la vendita della casa italiana, come si era invece pensato in un primo momento

 

Leggi anche: Audi: crescono le preoccupazioni dopo l’arresto di un secondo dipendente della casa automobilistica tedesca

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: