Aston Martin annulla la produzione Rapide E?

Secondo indiscrezioni la prima super car elettrica di Aston, Martin Radipe E, non sarà più prodotta

di , pubblicato il
Secondo indiscrezioni la prima super car elettrica di Aston, Martin Radipe E, non sarà più prodotta

Nell’aprile 2019, Aston Martin ha presentato il suo primo modello elettrico, Rapide E, che doveva essere costruita in un’edizione limitata di 155 unità. Ora una rivista britannica riferisce che nemmeno queste poche auto saranno costruite. La rivista britannica Autocar ha citato fonti aziendali, sostenendo che Aston Martin non produrrà il suo primo modello completamente elettrico e invece, manterrà il modello come progetto di ricerca per promuovere i futuri sforzi di elettrificazione del produttore.

Secondo indiscrezioni la prima super car elettrica di Aston, Martin Radipe E, non sarà più prodotta

L’auto elettrica da 800 volt ha avuto anni di sviluppo. La versione di produzione è stata presentata nel 2019 e la scorsa estate, un’auto di quasi produzione è stata presentata al Goodwood Festival of Speed ​​e inviata in pista davanti a un pubblico. Sebbene il modello sia stato quasi completamente sviluppato, non arriverà nelle strade pubbliche.

La decisione di non portare il modello in produzione è probabilmente dovuta alla pressione finanziaria poiché il produttore di automobili britannico ha lottato negli ultimi anni e recentemente ha dovuto emettere un avviso di profitto. Il CEO Andy Palmer ha descritto il 2019 come “un anno molto deludente”, ma non ha fatto menzione del futuro di Rapide E. Invece, la società apparentemente vuole usare le sue limitate risorse finanziarie per il DBX. La società britannica spera che il SUV elettrico, che sarà consegnato a partire dal secondo trimestre del 2020, genererà un numero crescente di unità e ricavi.

Il DBX non sarà costruito nel nuovo stabilimento di St. Athan, ma piuttosto nello stabilimento nel Galles, Aston Martin ha soprannominato “Home of Electrification “. Questo è anche il luogo dove dovevano essere prodotti la Rapide E e successivamente altre auto elettriche. A proposito della Rapide E, la società non ha rivelato il numero di ordini che Aston Martin ha ricevuto finora per il modello, né se ci saranno rimborsi per i pre-ordini.

Leggi anche: Aston Martin svela una moto da 108 mila euro solo per la pista

Argomenti: