Apple è in trattative per acquistare Drive.ai

Apple secondo indiscrezioni sarebbe intenzionata ad acquistare la startup per la guida autonoma Drive.ai

di , pubblicato il
Apple secondo indiscrezioni sarebbe intenzionata ad acquistare la startup per la guida autonoma Drive.ai

L’interesse di Apple per i veicoli autonomi è ben noto e un nuovo rapporto afferma che la società è in trattative per acquistare Drive.ai. Al momento non vi è nulla di ufficiale, ma The Information dice che l’azienda di Cupertino vuole acquisire la compagnia in difficoltà per potenziare il proprio programma di guida autonoma. La società californiana in particolare sembra interessata principalmente ai talenti ingegneristici presenti in Drive.

ai. Di conseguenza, l’acquisto potrebbe vedere decine di ingegneri aggiunti al suo programma.

Apple secondo indiscrezioni sarebbe intenzionata ad acquistare la startup per la guida autonoma Drive.ai

Non si sa su quanti soldi Apple sia disposta a pagare per fare questo acquisto, ma le indiscrezioni dicono che Drive.ai è stato valutato circa 200 milioni di dollari due anni fa. Da allora l’azienda ha faticato e, a quanto si dice, cercava già da tempo qualcuno che la rilevasse. Mentre l’azienda della mela morsicata ha tagliato 200 dipendenti dal suo programma di guida autonoma all’inizio di quest’anno, la società continua a lavorare sulla tecnologia. All’epoca, un portavoce ha detto a CNBC: “Abbiamo un team incredibilmente talentuoso che lavora su sistemi autonomi e tecnologie associate. Continuiamo a credere che ci sia un’enorme opportunità con i sistemi autonomi, che Apple abbia capacità uniche per contribuire e questo è il progetto di apprendimento automatico più ambizioso di sempre. ”

Leggi anche: Apple: l’azienda di Cupertino ha condiviso le sue procedure di sicurezza sui veicoli autonomi

Apple

Apple: la società della Mela morsicata secondo indiscrezioni sarebbe intenzionata ad acquistare la startup per la guida autonoma Drive.ai

Leggi anche: Ford: secondo il CEO le auto a guida autonoma arriveranno più tardi del previsto

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: