Alfa Romeo torna al successo in Nord America? il pensiero di Pieter Hogeveen

Alfa Romeo Giulia secondo il direttore della casa del Biscione in Nord America Pieter Hogeveen sarà l'auto del rilancio del Brand milanese negli USA

di Andrea Senatore, pubblicato il
Alfa Romeo Giulia

Per lungo tempo Alfa Romeo è stata lontana dalla luce dei riflettori in Nord America. Adesso però con l’arrivo della berlina di segmento D Alfa Romeo Giulia e l’imminente sbarco in concessionaria del Suv Stelvio, che secondo indiscrezioni potrebbe debuttare il prossimo 30 giugno 2017, le cose sembrerebbero poter radicalmente cambiare in USA per la casa automobilistica del Biscione.

 

Ne è convinto anche Pieter Hogeveen, Direttore del brand milanese di Fiat Chrysler Automobiles in Nord America,  che si dice fiducioso che la Giulia sia il modello giusto per dare il via alla rinascita del marchio negli USA, così come confermato in un’intervista per Minute Automotive.

 

“Quando torni negli Stati Uniti con un marchio storico come Alfa Romeo, è importante fare una fortecampagna pubblicitaria, come quella che stiamo facendo con la Giulia che è stata pubblicizzata anche durante il Super Bowl e che ha lasciato impressioni positive sugli automobilisti americani. Abbiamo iniziato con la 4C Coupé e Spider convertibile, un veicolo molto interessante e che incarna alla perfezione la meccanica delle emozioni del Biscione.

Ma se si vuole realmente competere nel segmento premium, allora diventa fondamentale fare bene con una berlina premium di medie dimensioni. Da questo punto di vista siamo convinti che Giulia farà molto bene in base alla sua posizione sul mercato,  ma anche alla sua ricchezza di contenuti e prestazioni ispirate al mondo delle corse.”

Leggi anche: Fiat 500L: interessante promozione a maggio 2017

Alfa Romeo Giulia

Alfa Romeo Giulia

 

Leggi anche: FCA: 4 veicoli di Dodge, Ram e Jeep ottengono importante premio in USA

 

I tre spot che Alfa Romeo ha presentato durante il Super Bowl hanno già ricevuto oltre 22 milioni di visualizzazioni. Anche le visite sul sito del Biscione sono cresciute di oltre il 25 per cento a partire dal momento in cui gli spot pubblicitari sono stati mandati in onda. Per sostenere la crescita di interesse nei suoi confronti FCA ha aumentanto il numero di concessionarie  del suo brand presenti negli Stati Uniti. Alla fine del 2015 c’erano 122 concessionarie. Un anno dopo, quel numero era aumentato del 35 per cento a 165 sale d’esposizione. Altri due hanno aperto dall’inizio del 2017.

Hogeveen dice che l’arrivo della Giulia  inciderà fortemente sui destini dei rivenditori e anche sul’ampliamento del numero dei concessionari perchè molti clienti arrivano proprio chiedendo della nuova vettura dopo aver visto il suo spot. Insomma tutto sembra volgere per il meglio in USA per Alfa Romeo che è conscia che in quel mercato si gioca una larga fetta del suo successo futuro.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo, FIAT Chrysler