Alfa Romeo Tonale: ecco quanto potrebbe costare

Alfa Romeo Tonale: ecco quanto potrebbe costare il nuovo suv del Biscione secondo le ultime indiscrezioni

di , pubblicato il
Alfa Romeo Tonale: ecco quanto potrebbe costare il nuovo suv del Biscione secondo le ultime indiscrezioni

Alfa Romeo Tonale sarà la prossima grande novità nella gamma della casa automobilistica del Biscione. Il Suv di segmento C è destinata a diventare la nuova entry level dello storico marchio milanese in attesa nei prossimi anni dell’arrivo di un suv ancora più compatto che forse si chiamerà Brennero. Tonale è stato svelato in versione concept car nel corso dell’ultima edizione del salone dell’auto di Ginevra.

La versione di produzione dovrebbe venire svelata nei primi mesi del 2020 forse sempre a Ginevra mentre la sua produzione dovrebbe iniziare entro la fine del prossimo anno.

Alfa Romeo Tonale: ecco quanto potrebbe costare il nuovo suv del Biscione secondo le ultime indiscrezioni

Il luogo prescelto per la costruzione del nuovo Alfa Romeo Tonale è lo stabilimento Fiat Chrysler di Cassino dove attualmente viene prodotta Fiat Panda. Tonale arriverà anche in versione ibrida che forse potrebbe debuttare in contemporanea con le altre motorizzazioni alla fine del prossimo anno. Per quanto riguarda il prezzo del nuovo suv di segmento C di Alfa Romeo, al momento non vi sono conferme ufficiali.

Le ultime voci che circolano dicono però che il veicolo avrà un prezzo molto probabilmente inferiore ai 30 mila euro. Qualcuno azzarda che la versione entry level possa partire da 25/26 mila euro. Ovviamente per il momento si tratta di semplici voci, per le certezze è probabile che dovremo aspettare quanto meno il debutto della versione di produzione che come dicevamo poc’anzi potrebbe avvenire al Salone dell’auto di Ginevra del 2020. 

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio: si avvicina il suo aggiornamento, le ultime novità

Alfa Romeo Tonale

Alfa Romeo Tonale: ecco quanto potrebbe costare il nuovo suv del Biscione secondo le ultime indiscrezioni

Leggi anche: Alfa Romeo e Maserati: anche in caso di fusione con Renault la produzione rimarrà in Italia

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: