Alfa Romeo: stop a Cassino per il Coronavirus?

Secondo le ultime indiscrezioni lo stabilimento di Cassino in cui vengono prodotte Alfa Romeo Giulia e Stelvio nelle prossime settimane si potrebbe fermare nuovamente

di , pubblicato il
Alfa Romeo

Secondo le ultime indiscrezioni lo stabilimento di Cassino in cui vengono prodotte Alfa Romeo Giulia e Stelvio nelle prossime settimane si potrebbe fermare nuovamente. Questa volta però non si tratterebbe di uno stop dovuto al calo della domanda ma bensì ad un problema con alcuni componenti provenienti dalla Cina che i fornitori della casa automobilistica del Biscione non potrebbero fornire tempestivamente a causa dello scoppio dell’epidemia del coronavirus che ha già causato oltre 2 mila morti in Cina.

A Cassino la produzione di Alfa Romeo Giulia e Stelvio nelle prossime settimane si potrebbe fermare

Ricordiamo che a febbraio lo stabilimento Alfa Romeo di Cassino si è fermato per 4 giorni per adeguare la produzione  al calo della domanda per i modelli che li vengono prodotti. Ricordiamo che entro fine marzo anche la produzione di Alfa Romeo Giulietta si dovrebbe interrompere definitivamente per permettere allo stabilimento di iniziare i lavori di ristrutturazione nella linea di produzione in cui dal prossimo anno dovrebbe venire prodotto il nuovo suv compatto di Maserati.

Questo modello nascerà sulla stessa piattaforma Giorgio di Stelvio e Giulia. Per il momento il possibile stop nelle prossime settimane di Cassino a causa del Coronavirus non trova conferme ufficiali. I bene informati dicono che in ogni caso lo stop arriverebbe solo tra diverse settimane, perchè per il momento i componenti prodotti in Cina che vengono utilizzati a Cassino non sono in esaurimento. Vi aggiorneremo naturalmente nel caso in cui dovessero arrivare novità importanti.

Leggi anche: Formula 1: Robert Kubica guiderà per primo l’Alfa Romeo ai test di Barcellona

Alfa Romeo Cassino

Secondo le ultime indiscrezioni lo stabilimento di Cassino in cui vengono prodotte Alfa Romeo Giulia e Stelvio nelle prossime settimane si potrebbe fermare nuovamente

Leggi anche: Alfa Romeo Racing: oggi primi 100 km in pista per la nuova monoposto

Argomenti: