Alfa Romeo Stelvio torna a crescere in USA

Il suv del Biscione torna a crescere in USA ad aprile 2019, +16 per cento rispetto allo scorso anno

di , pubblicato il
Alfa Romeo Stelvio

Alfa Romeo non sta vivendo certamente un buon momento in USA come dimostrano i dati relativi alle immatricolazioni di aprile e più in generale dell’intero primo quadrimestre del 2019. Il confronto con il 2018 è davvero impietoso. Lo scorso anno del resto il Biscione ha ottenuto il suo record di vendite di sempre in terra americana grazie a quasi 24 mila immatricolazioni. Si era capito fin da subito che nel 2019 sarebbe stato davvero difficile mantenere questo ritmo ed infatti continuando così le cose anche raggiungere quota 20 mila immatricolazioni sembra veramente molto difficile. In tutto ciò però ad aprile si è registrata una notizia positiva. Il Suv Alfa Romeo Stelvio infatti dopo alcuni mesi di calo ha finalmente registrato un risultato positivo.

Il suv del Biscione torna a crescere in USA ad aprile 2019, +16 per cento rispetto allo scorso anno

Con 811 unità immatricolate il primo suv nella storia della casa automobilistica del Biscione ha infatti visto crescere le proprie immatricolazioni del 16 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Si tratta dunque di un risultato che fa crescere le speranze nei dirigenti di Fiat Chrysler che si augurano in un parziale recupero di Alfa Romeo con l’arrivo della primavera. Alfa Romeo Stelvio fino ad ora ha ottenuto in questo 2019 3.021 immatricolazioni con un calo del 10 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Si spera però che con aprile si avrà un’inversione di tendenza.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia e Stelvio: un confronto con le rivali in USA nel primo trimestre 2019

Alfa Romeo Stelvio

Alfa Romeo Stelvio: il suv del Biscione torna a crescere in USA ad aprile 2019, +16 per cento rispetto allo scorso anno

Leggi anche: Le vendite di Alfa Romeo sono in calo in tutta Europa: -40,7% nel primo trimestre 2019

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.