Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio trionfa ai Carwow Awards 2018

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio vince il premio di “Driver’s Award” in occasione dei Carwow Awards 2018.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio

Arriva ancora una buona notizia per Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio. Il primo suv nella storia della casa automobilistica del Biscione trionfa in occasione dei Carwow Awards 2018 a Londra. Il veicolo di Alfa Romeo è stato premiato come “Driver’s Award”. Per ottenere questo riconoscimento il suv Stelvio ha dovuto superare concorrenti assai temibili tra cui  Honda Civic Type R e Mazda MX-5. La giuria di Carwow, che ha deciso di eleggere Stelvio Quadrifoglio, ha apprezzato molto del modello del Biscione l’enorme piacere di guida che esso offre.

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio vince il premio di “Driver’s Award” in occasione dei Carwow Awards 2018

Andrew Tracey, Sales and Marketing Director della casa automobilistica del Biscione si è detto assai contento di questo riconoscimento attribuito ad Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio nel Regno Unito. Tra l’altro il premio viene assegnato proprio ora che il modello è da poco sbarcato nel mercato auto britannico e questo ovviamente non può che rappresentare un buon auspicio per le future vendite del Suv. Ricordiamo infine che Stelvio Quadrifoglio si caratterizza tra le tante cose per la presenza di un motore bi-turbo V6 a benzina da 510 CV e 2,9 litri, che garantisce al veicolo prestazioni elevatissime. Basti pensare che il Suv è in grado di raggiungere una velocità massima di 283 km/h e di accelerare da 0 a 100 km/h in appena 3,8 secondi.

Leggi anche: Alfa Romeo: dopo il calo di settembre si spera che il mese di ottobre possa essere positivo per la casa automobilistica del Biscione

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio vince il premio di “Driver’s Award” in occasione dei Carwow Awards 2018

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia e Stelvio: un confronto con Audi, Bmw e Mercedes nelle vendite in USA

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo