Alfa Romeo: qualche sorpresa in vista per l’anniversario?

Alfa Romeo: domenica il Biscione compie 109 anni e si spera in qualche novità importante per il futuro del marchio

di , pubblicato il
Alfa Romeo

Domenica 23 giugno 2019 Alfa Romeo compie esattamente 109 anni. Per festeggiare questo anniversario presso il Museo “La Macchina del Tempo” di Arese si svolgeranno una serie di eventi che avranno inizio alle ore 10 con una parata di auto e l’esposizione di numerose auto del Biscione sia d’epoca che moderne. I visitatori del Museo potranno anche assistere alla trasmissione del Gran Premio di Formula 1 della Francia dove lo storico marchio milanese sarà presente con i suoi piloti Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi.

Alfa Romeo: domenica il Biscione compie 109 anni e si spera in qualche novità importante per il futuro del marchio

Ovviamente visto l’importante anniversario che domenica si festeggerà qualcuno spera che possa arrivare qualche bella notizia per Alfa Romeo che attualmente non vive un momento eccezionale come dimostrano gli ultimi dati di vendita che hanno segnalato un allarmante calo delle vendite con conseguente ricorso alla cassa integrazione nello stabilimento di Cassino che deve fare i conti con una contrazione degli ordinativi.

Al momento sembra molto difficile che qualche importante notizia possa arrivare in occasione dei 109 anni del marchio. Vedremo nelle prossime ore se qualcosa bolle in pentola o se ancora una volta i numerosi fan del Biscione dovranno aspettare per avere qualche dettaglio su quelli che sono i programmi futuri del proprio marchio preferito. Ricordiamo che il prossimo anno dovrebbe venire lanciata sul mercato la versione definitiva del suv Tonale, inoltre non si esclude la possibile rivelazione di un nuovo concept suv al Salone di Ginevra.

Leggi anche: Alfa Romeo arriva in Canada con il desiderio di ottenere un buon risultato

Alfa Romeo

Alfa Romeo: domenica il Biscione compie 109 anni e si spera in qualche novità importante per il futuro del marchio

Leggi anche: Alfa Romeo e Maserati: anche in caso di fusione con Renault la produzione rimarrà in Italia

Argomenti: