Alfa Romeo presenterà in anteprima un nuovo motore a benzina più efficiente

Alfa Romeo nel corso del 2019 introdurrà un nuovo motore turbo benzina molto più efficiente di quelli attuali

di Andrea Senatore, pubblicato il
Alfa Romeo

Alfa Romeo introdurrà un nuovo motore a benzina durante il 2019. Lo storico marchio del Biscione ha confermato che i suoi recenti modelli Giulia e Stelvio avranno presto un nuovo motore 1.3 benzina a quattro cilindri turbo offrirà che una potenza massima di 180 CV e 270 Nm di coppia e sarà associato al cambio automatico ZF ad otto rapporti già utilizzato dalle automobili del brand milanese. Si tratta del nuovo quattro cilindri della famiglia FireFly. 

Alfa Romeo nel corso del 2019 introdurrà un nuovo motore turbo benzina molto più efficiente di quelli attuali

Il nuovo motore, che sarà ufficialmente chiamato 1.33 T4, sarà un propulsore molto leggero che peserà appena 110 kg e promuoverà il dinamismo delle vetture del marchio del Biscione e ridurrà il consumo di carburante. Inoltre, questo nuovo propulsore introdurrà meno carburante quando lavorerà a pieno regime e dunque sarà più rispettoso dell’ambiente, grazie a minori consumi di carburante e nuovi filtri antiparticolato all’estremità del catalizzatore. A quanto pare il nuovo 1.3 sarà capace di garantire una velocità massima di 230 km/h con un’accelerazione 0-100 km/h in 7.1 secondi

Questo nuovo motore sarà quello che utilizzerà le versioni base o di accesso sia di Alfa Romeo Stelvio che di Giulia, che fino ad ora offrivano solo un motore a benzina 2,0 con potenze di 200 o 280 CV. In seguito questo motore, la cui missione è quella di sostituire i vecchi motori FIRE, raggiungerà anche gli altri modelli del gruppo FCA, come quelli di Fiat o Jeep. 

Leggi anche: Alfa Romeo C-Suv: il futuro modello avrà la stessa piattaforma di Jeep Compass?

Alfa Romeo

Alfa Romeo nel corso del 2019 introdurrà un nuovo motore turbo benzina molto più efficiente di quelli attuali

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio non è più il Suv più veloce al Nurburgring

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo