Alfa Romeo MiTo: a luglio verrà interrotta la produzione

Alfa Romeo MiTo a luglio cesserà di essere prodotta nello stabilimento di Mirafiori, al suo posto un Suv compatto di Maserati.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Alfa Romeo MiTo promozione

Alfa Romeo MiTo a partire dal prossimo mese di luglio non verrà più prodotta. Dopo 10 anni dunque si interromperà a Mirafiori la produzione di questo famoso modello del Biscione. Al suo posto troverà spazio in futuro un nuovo Suv compatto di Maserati che avrà la stessa piattaforma modulare di Alfa Romeo Stelvio e Giulia. La notizia è stata diffusa a seguito di un incontro tra FCA e parti sociali per discutere del futuro dello stabilimento piemontese. Il prossimo 1 giugno sapremo se Alfa Romeo MiTo in futuro sarà dotata di una nuova generazione. Al momento questa ipotesi sembra però improbabile. Gli scorsi anni infatti era stato specificato che MiTo una volta uscita di produzione non avrebbe avuto una sostituta.

Alfa Romeo MiTo a luglio cesserà di essere prodotta nello stabilimento di Mirafiori, al suo posto un Suv compatto di Maserati

Nei mesi scorsi si erano diffuse voci secondo cui questo veicolo potrebbe tornare nella gamma di Alfa Romeo ma sotto una veste totalmente rinnovata. Si era infatti vociferato che Alfa Romeo MiTo nei prossimi anni possa essere sostituita da un crossover compatto che forse sarà prodotto nello stabilimento Fiat Chrysler Automobiles di Melfi al posto di Fiat Punto. Al momento questa però è una notizia tutta da confermare. Maggiori dettagli sul futuro di Alfa Romeo Mito, come dicevamo poc’anzi, arriveranno il prossimo 1 giugno da Balocco. In occasione dell’Investor Day infatti, l’amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles, Sergio Marchionne svelerà i piani futuri di Alfa Romeo. Vi aggiorneremo naturalmente qualora dovessero arrivare importanti novità.

Leggi anche: Alfa Romeo: Sergio Marchionne l’1 giugno sorprenderà tutti con una novità importante

Alfa Romeo MiTo Urban

Alfa Romeo MiTo a luglio cesserà di essere prodotta nello stabilimento di Mirafiori, al suo posto un Suv compatto di Maserati

Leggi anche: Fiat Chrysler: rallenta la produzione nel primo trimestre del 2018, male Alfa Romeo Giulia, bene lo Stelvio

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo