Alfa Romeo e Maserati cambiano CEO: Tim Kuniskis nuovo numero uno a livello globale

Alfa Romeo e Maserati: cambio della guardia al vertice delle due società, Tim Kuniskis prende il posto di Reid Bigland.

di , pubblicato il
Tim Kuniskis CEO di Alfa Romeo e Maserati

Cambio della guardia al vertice di Alfa Romeo e Maserati. Tim Kuniskis è il nuovo amministratore delegato delle due celebri case automobilistiche italiane che fanno parte di Fiat Chrysler Automobiles. Il dirigente prende il posto di Reid Bigland. Il nuovo CEO dei due storici brand italiani lavora in Fiat Chrysler da ben 26 anni. Ultimamente il manager aveva ricoperto il ruolo di head of passenger car brands in Nord America con particolare attenzione per i marchi Chrysler, Dodge, Fiat e Srt. Reid Bigland invece continuerà a mantenere i ruoli di head of Us Sales e president and ceo di Fiat Chrysler Automobiles in Canada.

Alfa Romeo e Maserati: cambio della guardia al vertice delle due società, Tim Kuniskis prende il posto di Reid Bigland

Al posto di Tim Kuniskis come nuovo head of passenger car brands in Nord America viene nominato Steve Beahm. Sergio Marchionne numero uno di Fiat Chysler Automobiles ha voluto commentare questo importante cambiamento al vertice di Alfa Romeo e Maserati. Il CEO di FCA ha detto che Kuniskis dovrà continuare il lavoro di Bigland e far crescere ulteriormente i due brand premium a livello globale. Bigland invece potrà tornare a concentrarsi sulle vendite del gruppo italo americano in Nord America. Marchionne infine ha ribadito che il 2018 è un anno fondamentale per il suo gruppo che vuole raggiungere gli obiettivi prefissati. L’1 giugno a Balocco il CEO rivelerà il nuovo piano industriale  di FCA per i prossimi 5 anni.

Leggi anche: Alfa Romeo 4C: arriva la versione speciale “Edizione” sarà prodotta in  appena 67 esemplari

Alfa Romeo e Maserati

Alfa Romeo e Maserati: cambio della guardia al vertice delle due case automobilistiche italiane, Tim Kuniskis prende il posto di Reid Bigland come nuovo CEO a livelo globale

Leggi anche: Fiat Chrysler Automobiles: il prossimo 1 giugno conosceremo il futuro di Alfa Romeo, Maserati e Jeep

Argomenti: ,