Alfa Romeo: il 2020 anno nero per il Biscione? i sindacati preoccupati

A causa del calo delle vendite di Alfa Romeo, le cose a Cassino nel 2020 potrebbero peggiorare ancora

di , pubblicato il
Alfa Romeo Stelvio Cassino

I sindacati lanciano il grido di allarme per quanto riguarda la situazione in casa Alfa Romeo. Secondo i rappresentanti dei lavoratori, in assenza di novità la situazione nello stabilimento FCA di Cassino è destinata a peggiorare ulteriormente il prossimo anno. Ricordiamo che nel 2019 nel sito produttivo sito a Piedimonte San Germano si è arrivati a superare la barriera dei 100 giorni di cassa integrazione, un vero e proprio record negativo. Le cose però potrebbero andare ancora peggio il prossimo anno secondo le previsioni dei lavoratori.

A causa del calo delle vendite di Alfa Romeo, le cose a Cassino nel 2020 potrebbero peggiorare ancora

Fino a quando non verranno lanciati nuovi modelli la situazione dello stabilimento è destinata a rimanere critica. Questo significa che almeno fino al 2021 le cose non potranno che peggiorare per Cassino. Solo allora infatti qualche cosa inizierà a muoversi.

Nel frattempo segnaliamo che lo stabilimento chiuderà dal 19 dicembre per le vacanze di Natale e riaprirà solo il 14 gennaio. Dunque si tratterà di quasi un mese di stop. Il 17 gennaio è previsto già un altro giorno di cassa integrazione.

Altri annunci da questo punto di vista potrebbero già arrivare nei prossimi giorni sempre secondo quanto lamentano i sindacalisti. Vedremo dunque se davvero le cose andranno così per Cassino il prossimo anno e se le previsioni funeste dei rappresentanti dei lavoratori verranno confermate.

Leggi anche: Alfa Romeo: ecco quando ripartirà la produzione a Cassino nel 2020

Alfa Romeo Cassino

Fiat Chrysler Cassino: i sindacati preoccupati per il futuro dello stabilimento, nel 2020 le cose potrebbero andare peggio del 2019

Leggi anche: Formula 1: Kimi Raikkonen dispiaciuto per come stanno andando le cose in Alfa Romeo

Argomenti: