Alfa Romeo grande Suv: avrà una lunghezza di circa 4,90 metri e motore di derivazione Ferrari

Alfa Romeo Grande Suv avrà una lunghezza di circa 4,90 metri, un motore di derivazione Ferrari e 3 file di posti per un totale di 7 passeggeri

di Andrea Senatore, pubblicato il
Alfa Romeo grande suv

Il 2018 sarà l’anno in cui vedremo finalmente il nuovo Alfa Romeo Grande Suv. Questo veicolo che secondo indiscrezioni non confermate si potrebbe chiamare Castello verrà realizzato nello stabilimento Fiat Chrysler Automobiles di Mirafiori entro la metà del prossimo anno. Questo modello dunque sarà prodotto assieme a Maserati Levante ma si tratterà di un modello molto diverso rispetto a quello della casa automobilistica del Tridente.

Alfa Romeo Grande Suv: le prime indiscrezioni sul nuovo modello del Biscione

 

Secondo i soliti bene informati infatti il futuro Alfa Romeo Grande Suv sarà più votato al lusso e meno alla sportività che invece contraddistingue Maserati Levante al pari di Alfa Romeo Stelvio. Non è un caso che nei mesi scorsi Reid Bigland, numero uno di Alfa Romeo ha detto molto chiaramente che con questo veicolo non si punterà a giri record al Nurburgring a differenza di quanto avvenuto con la berlina Alfa Romeo Giulia e con il suv Stelvio.

 

Alfa Romeo Grande Suv dovrebbe avere 3 file di sedili per un totale di 7 posti. Questo Suv sorgerà su una versione allungata della piattaforma modulare Giorgio e dovrebbe avere una lunghezza di circa 4,90 metri in linea con quello delle rivali tedesche di Audi, Mercedes e Bmw presenti nel mercato.

 

Leggi anche: Alfa Romeo e Maserati: il numero uno parla del futuro dei due brand di FCA

 

Alfa Romeo grande Suv

Alfa Romeo grande Suv: il render di Laco Design

 

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio: il Biscione vuole raddoppiare le sue vendite in USA con il nuovo Suv

 

Il grande Suv del Biscione avrà anche un motore di derivazione Ferrari

 

Per quanto riguarda i motori di Alfa Romeo Grande Suv qualche nuovo particolare sta emergendo dai soliti bene informati. Si vocifera infatti che anche questo modello dovrebbe avvalersi dei motori di derivazione Ferrari V6 2.900 cc. Sempre nella gamma di propulsori dovrebbero trovare spazio anche il turbodiesel 3.000 già utilizzato in alcuni modelli Maserati e poi nelle versioni base spazio anche al 4 cilindri di 2.000 cc a benzina e 2.200 cc turbo diesel.  

 

Nei prossimi mesi quasi certamente emergeranno nuovi dettagli su questo atteso veicolo, che dovrebbe essere il primo ad arrivare tra i nuovi modelli che nei prossimi anni arricchiranno la gamma del Biscione. Forse a settembre potrebbe esserci l’annuncio ufficiale per questa importante novità che comunque troverà posto sul mercato solo nel corso del 2018. 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo, FIAT Chrysler

Leave a Reply