Alfa Romeo Giulia Tecnomagnesio TM7: la nuova realizzazione stupisce tutti

Alfa Romeo Giulia tecnomagnesio: ecco l'inedita versione di Giulia realizzata da Simone Neri e dal centro stile TRC Performance

di Andrea Senatore, pubblicato il
Alfa Romeo Giulia tecnomagnesio

Alfa Romeo Giulia Tecnomagnesio TM7 non è altro che una rielaborazione della famosa berlina di segmento D del Biscione, che è stata mostrata dall’azienda italiana durante l’ultimo Salone internazionale Autopromotec di Bologna. Questo altri non è che una kermesse che rappresenta un punto di riferimento  per il mondo dell’aftermarket. L’azienda italiana che si è occupata di questa rielaborazione è specialista nel settore delle ruote in lega leggera.

Alfa Romeo Giulia Tecnomagnesio TM7: mostrata al Salone Internazionale Autopromotec

Alfa Romeo Giulia Tecnomagnesio TM7 si caratterizza per la presenza di uno speciale set di ruote in lega da 19 pollici di color oro, e canali con larghezza differenziata di 8,5 pollici all’anteriore e 9,45 pollici al posteriore. Le ruote di questa particolare versione della berlina italiana di segmento D sono state equipaggiate con sensori di pressione CUB. Questa vettura della casa automobilistica del Biscione si caratterizza inoltre per la presenza di pneumatici GoodYear Eagle F1 RunFlat. La misura di questi pneumatici è pari a  225/40R19 all’anteriore e 255/35R19 al posteriore. 

 

Leggi anche: Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio 2020: avrà motore da 350 cavalli?

 

Alfa Romeo Giulia tecnomagnesio

Alfa Romeo Giulia tecnomagnesio: ecco l’inedita versione di Giulia realizzata da Simone Neri e dal centro stile TRC Performance

 

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia, nuovo importante premio per la berlina del Biscione

 

Questa particolare versione di Giulia è stata realizzata nel design da Simone Neri con la collaborazione del Centro Stile TRC Perfomance. Anche la scocca e la carrozzeria di Alfa Romeo Giulia tecnomagnesio TM7 è stata riverniciata. Il paraurti posteriore è stato completamente modificato.

 

Anche il motore ha subito un interessante aggiornamento grazie ad un nuovi kit che lo ha potenziato di ulteriori 30 cavalli. Questo è avvenuto per mezzo di un modulo elettronico e di uno scarico maggiorato in acciaio inox con doppie uscite. Dischi a tracce ellittiche e pasticche di altissimo livello caratterizzano invece l’impianto frenante.

 

Alcantara e Carbonio sono invece gli elementi più caratteristici per quanto riguarda l’abitacolo di questa speciale versione della berlina del brand milanese di Fiat Chrysler Automobiles. Insomma si tratta di una rielaborazione di Giulia che sicuramente non passerà inosservata tra gli appassionati e gli addetti ai lavori.

 

maxresdefault

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo, FIAT Chrysler