Alfa Romeo Giulia: il motore utilizza materiali innovativi realizzati da BASF

Alfa Romeo Giulia: alla realizzazione del suo motore ha contribuito anche la celebre azienda tedesca di chimica BASF che ha fornito innovativi materiali

di Andrea Senatore, pubblicato il
Alfa Romeo

Alcuni componenti all’interno del motore turbo benzina 2.0 da 280 cavalli di Alfa Romeo Giulia sono realizzati con materiali a base di fibre di vetro resistente al calore per massimizzare le prestazioni e ridurre l’ammollo dovuto al calore. Alcune parti del motore sono costruite in una fibra di vetro speciale rinforzato sviluppato dalla tedesca BASF un’azienda chimica molto famosa. Il materiale ha aiutato Fiat Chrysler a soddisfare i requisiti di resistenza a lungo termine per le parti, che vengono riscaldate ad alte temperature per lunghi periodi di tempo quando il veicolo è in uso.

 

Alfa Romeo Giulia: la tedesca BASF ha realizzato materiali innovativi per il suo motore

 

Il condotto del motore è fatto di una fibra di vetro rinforzata, le linee di saldatura forti garantiscono una durata a lungo termine del condotto e sono cruciali per la sua costruzione, con la parte che richiede “molte connessioni di saldatura”, secondo quanto rivelato dalla stessa BASF. Analogamente, il collettore di aspirazione dell’aria del suo intercooler integrato è realizzato con stampaggio a iniezione di fibra di vetro al 35 per cento, che garantisce la massima affidabilità per una parte che sarà frequentemente soggetta a temperature estreme.

 

BASF ha lavorato con Magneti Marelli, società che fa parte di Fiat Chrysler Automobiles, per sviluppare il collettore di aspirazione dell’aria con raffreddamento dell’aria integrato per l’Alfa Romeo Giulia. La necessità di un materiale che potesse resistere ad una temperatura di uso continuo  intorno ai 200 ° C  ha reso questo collettore di aspirazione un candidato ideale per l’utilizzo del cosiddetto Ultramid Endure D3G7, fibra di vetro per stampaggio ad iniezione del 35 per cento.

 

Marcelo Cotti,  Project Manager di Magneti Marelli, ha dichiarato: “il supporto tecnico di BASF è stato utile per noi. L’esperienza di saldatura di BASF ci ha permesso di applicare questo materiale resistente al calore e soddisfare i requisiti di durabilità a lungo termine.”

 

Leggi anche: Alfa Romeo, Fiat, Jeep e Abarth: a maggio 2017 cambio automatico in regalo

 

Alfa Romeo Giulia

Alfa Romeo Giulia

 

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio 2.2 da 180 cavalli Q4: prezzi e allestimenti

 

“Dopo aver condotto numerose prove, siamo stati in grado di soddisfare esigenze significative su questa applicazione,”ha detto Mary Anna Bueschkens, CEO di ABC Group, che ha sviluppato le parti in collaborazione con BASF e FCA. “La parte richiede molti collegamenti saldati. I nostri ingegneri hanno lavorato a stretto contatto con il materiale di BASF e hanno collaborato insieme ad esperti per comprendere le esigenze specifiche, consentendo alla nostra tecnologia di saldatura IR di poter assicurare il successo del processo di saldatura per questo impegnativo condotto ad alta temperatura “.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo, FIAT Chrysler